Utente 253XXX
Gentili dottori,
io e la mia compagna vorremmo avere un figlio (ci proviamo da circa 7 mesi) e per tale motivo mi sono sottoposto prima ad una visita andrologica (in cui non è stato riscontrato nulla di strano), dopo a un esame del sangue e, per ultimo ad uno spermiogramma, per il quale vorrei chiedervi di aiutarmi nella sua interpretazione. Questi i dati:

Durata dell'astinenza 4 gg
Volume 6.2 ml
ph 7.8
colore avorio opalescente
viscosità normale
liquefazione dopo 30 min. completa
Concentrazione spermatozoi 39 mil/mil
Num. totale spermatozoi 241.8 mil
Motilità Progressiva (PR) 47.0%
Motilità non progressiva (NP) 30.0%
Spermatozoi immobili (IM) 23.0%
Forme normali 4.0%
Forme anomale 96.0%
Num. cellule rotonde 0.4 mil/mil
Cellule della spermatogenesi 100%
Leucociti 0%
Agglutinazioni assenti
MAR TEST non richiesto

Per la lettura dei parametri, nella pagina successiva, sono forniti i valori di riferimento del WHO 2010:

Parametri (v.r.5°percentile/v.r.50°percentile/v.r.95°percentile):
Volume 1.5/3.7/6.8
N. spermatozoi (mil)/ml 15/73/213
N. spermatozoi (mil)/eiaculato 39/255/802
Motilità Progressiva % 32/55/72
Spermatozoi immobili % 22/39/59
Morfologia (forme normali)% 4/15/44
PH >= 7.2
MAR test % <50


Ho inoltre effettuato un esame coltura del liquido seminale con esito negativo e i valori ormonali sono nella norma (Betaestradiolo 39 pg/ml, FSH 5.11 mUI/ml, LH 2.42 mUI/ml, Prolattina 6.98 ng/ml, Testosterone 5.55 ng/mL).

Come risultano i miei valori? Vi scrivo perché, una volta effettuati questi test, siamo andati da un andrologo (purtroppo non il primo, che li aveva richiesti, perché nel frattempo mi sono trasferito) per chiedergli delucidazioni e lui ci ha detto che il mio spermiogramma evidenzia una severa teratozoospermia. Quello che personalmente mi ha stupito è stato il fatto che questo dottore diceva che una percentuale comune di forme normali dovrebbe aggirarsi sul 40%, quando vedo che questa, invece, si attesta intorno al 90° percentile dei parametri WHO. Quando gli ho chiesto come questi parametri (WHO) dovevano essere interpretati e cosa significassero esattamente rispetto ai miei, lui è stato molto vago e ha consigliato me e la mia compagna, vista anche la sua età (39 anni) di rivolgerci subito al centro di biogenesi. Contemporaneamente, io dovrei fare un ecodoppler delle vene spermatiche per verificare la presenza di un varicocele "non clinico" (anche lui la sua ispezione ha dato esito negativo).
Premesso che sicuramente farò gli esami richiesti e che probabilmente ci rivolgeremo comunque ad un centro di biogenesi, vi chiedo il vostro parere sul mio spermiogramma, per capire se sono affetto realmente da teratozoospermia o se (come mi pare di aver capito documentandomi sul sito del WHO) i miei parametri rientrano nella norma.
Grazie mille per le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i dato della morfologia al 4% è prossimo al 5 percentile, cioè è risultato efficace all''interno di una popolazione di coppie che ha cercato e ottenuto una gravidanza entro 1 anno di tentativi....certo, è il "limite inferiore" ma deve essere interpretato all'interno di tutto il contesto come avete già fatto.

normale è risultato il dato ormonale. consiglio comunque di effettuare il MAR test per escludere la presenza di anticorpi.

giusto e corretto lo studio ecografico per la conferma dell'assenza del varicocele.

ovvio che un corretto counselling ginecologica vi servirà per esser operativi.
perciò utile in parallelo lo studio ginecologico.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Dottore,
la ringrazio per la pronta risposta che mi rassicura non poco. Naturalmente proseguirò nel percorso avviato, così come farà la mia compagna, ma almeno adesso so che, oltre alla biogenesi, c'è sempre la speranza "naturale".
Le chiedo un'ultima gentilezza: durante l'ultima visita, il suo collega mi ha comunque detto che, alla mia età, un eventuale varicocele si è sicuramente stabilizzato, per cui non consiglia l'operazione "prima" di un concepimento (tramite biogenesi) per evitare allungamenti di tempo. Mi conferma anche lei che un peggioramento della condizione a breve/medio termine è scarsamente probabile?
Grazie mille!
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

purtroppo a tale quesito è impossibile rispondere....

fondamentale il counselling andrologico e ginecologico di persona.

cordialità
[#4] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Dottore,
la ringrazio comunque per il supporto. Volevo innanzitutto aggiornarla sul fatto che a breve farò l'eco doppler delle vene spermatiche, mentre la mia compagna ha già chiesto una visita ginecologica (alla quale, naturalmente, andrò anch'io).
Inoltre, volevo chiederle un'ultimo chiarimento: al di là del fatto che la fertilità è un concetto di coppia e non personale e che il valore del 4% di forme normali è risultato compatibile con una riproduzione naturale entro i 12 mesi... a suo giudizio farebbe rientrare il mio esame nella NORMOSPERMIA o nella TERATOZOOSPERMIA (live/moderata/grave... mi dica lei)?
Ringraziandola infinitamente per la sua cordialità e disponibilità, le porgo i miei saluti.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

se si considera già valida la morfologia con valori => a 4% il suo esame seminale dovrebbe esser classificato normale e non teratospermico, considerando tale limite come il valore già utile per la gravidanza.

sempre però contestualizzare l'esame seminale.

cordialità