Utente 204XXX
Sono un ragazzo dalle dimensioni penine nella norma, 10 cm a riposo x 10 di circonferenza e 17,5 in erezione x 12,5 di circonferenza.

Ciònonostante ho il complesso del pacco piccolo,in poche parole rispetto ad ogni uomo che vedo sembra che io sia poco fornito,o meglio il mio contenuto genitale fatica a farsi vedere,è quasi come che io sia piatto li sotto e questo nella tuta e nei jeans si nota ed è imbarazzante.

Non riesco a spiegarmelo perchè nudo non è lo stesso,mi sono quasi convinto che è una questione di attaccatura testicolare e penina poco sporgente che fa mimetizzare il tutto,però a volte cado nella paranoia che sia inadeguato visto che le donne ammettono di buttare uno sguardo li,proprio li dove sembro castrato.

Cosa mi sapete dire?
Inoltre posso aggiungere che quando sono seduto testicoli e pene vanno giu in mezzo alle coscie e quindi non rimangono sollevate sopra quest'ultime.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

le sue dimensioni sono ampiamente nella norma e per modificare il suo aspetto estetico da chi la puo``ammirare non sapremmo cosa fare. Forse parlandone con lo specialista che potra`cogliere direttamente le sue aspettative pottrebbere avere piu`certezze.

Un cordiale salutto
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

concordo con il collega sulla regolare e perfetta anatomia che lei riporta riguardo al pene

Resta il dubbio che lei pone circa "l'attaccatura del pene e dei testicoli" che giustamente si deve valutare di persona mediante una semplice visita, ma resta improbabile come fattore alla base del suo problema.
La tipica attenzione sulla anatomia dei genitali maschile a volte nasconde la reale funzione principale dei genitali esterni maschili e condiziona dubbi o incertezze che meritano la attenzione dell'esperto.

ci aggiorni

cordialità
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

le dimensioni dei suoi genitali sono assolutamente nella norma, anzi discretamente superiori a quelle "italiane medie". E' umano, comprensibile che ci siano dei maschi che tendano a valutare la situazione del "pacco" spesso più quando sono a contatto con altri maschi ( palestra, docce, sppgliatoi, spiaggia...) che non quando hanno dei contatti con le donne che, in genere, arrivano a considerare e valutare le dimensioni dei genitali dopo che hanno considerato altri aspetti del maschio, aspetto generale, simpatia, modo di fare, gentilezza.... Una donna che avesse deciso di fare sesso con lei non credo possa essere influenzata dalle dimensioni del suo pene se lei è gentile, seduttivo, capace di dare piacere e se sa condurre un rapporto in maniera adeguata, altruistica.
tenga presente che molti maschi "super dotati" devono rivolgersi all'andr4ologo perchè non hanno erezioni ottimali.
In genere sono "piccole paranoie" che si risolvono da sole, dopo aver verificato che le donne incontrate non sono "scappate via" viste le dimensioni.ma, anzi, sono ritornate a fare sesso con lei..
Qualche volta può essere utile l'aiuto dell andrologo o dello psicosessuologo
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Torno a rispondere e lo faccio con più incertezze del solito,perchè penso che se una persona sia muscolosa,difficilmente fatica a far vedere i muscoli,perche ci sono e sono impossibili da nascondere...lo stesso principio vale per i genitali,almeno credo...ma ad esempio quando indosso jeans stretti come quelli che vi mostrerò qui sotto,sprerando che non sia vietato dalla comunità mostrare foto,sembro, piatto e non è gradevole...e alla fine devo rimmediare portando o calzini oppure cotone idrofilo,anche se ho paura che causino problemi di respirazione ecc.(chiedo infatti un consiglio anche se è deprimente ma è l'unica soluzione)

ecco le foto che mi rendono perplesso,in esse ci sono io che indosso i jeans:

http://www.imagebam.com/image/a1b956193115973
http://www.imagebam.com/image/a6ce8f193115981
http://www.imagebam.com/image/38d1f4193115989

[#5] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
up
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

quello che ci invia sono considerazioni e foto che ci fanno pensare ad un disturbo intrapersonale, maturato forse da una sua eccessiva autoosservazione, che forse richiede un serio impegno per essere affrontato e valutato anche in una prospettiva psicologica.

Risenta comunque ora in diretta il suo medico di fiducia, il suo andrologo e poi, se lui lo riterrà opportuno, anche un bravo psicologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html .

Un cordiale saluto.

[#7] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo alle risposte degli andrologi, agganciandomi al suggerimento del Dr.Beretta di investigare le dinamiche psichiche del suo disagio.
Dopo una valutazione dall'andrologo, per rassicurarla sia sulla funzionalità, ove ce ne fosse bisogno, che sull'aspetto estetico, credo che dovrebbe comprendere le cause di questo suo disagio, che in psicologia si chiama "disormorfofobia peniena" o "sindrome da spogliatoio".

Uno dei falsi miti, che maggiormente abita l’immaginario maschile, è quello correlato alla dimensione degli organi genitali, facendo transitare il concetto, totalmente falso, che l’orgasmo femminile sia dimensione-correlato.

Non sono le misure inadeguate, ma come le percepisce lei e, l'auto-osservazione che ne deriva in seguito, che compromette poi la sua serenità e qualità di vita.
Un importante distinguo da fare è la differenza tra l’aspetto morfologico e l’aspetto funzionale.

Se un pene, non è grandissimo, ma è perfettamente funzionante, in termini di capacità erettiva, mantenimento e durata dell’erezione ed adeguata risposta orgasmica, credo sia molto più importante e rassicurante, rispetto a dei modelli del web falsamente grandi e magari scarsamente funzionanti e funzionali al piacere femminile.

Le allego un mio aricolo sull'argomento, come ulteriore spunto di riflessione.


http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1170/Pene-piccolo-paure-difficolta-e-falsi-miti
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore
nelle società attuali ci si veste per coprire in genere i genitali e per motivi igienici legati alle zone genitali.
Quindi "il pacco" dovrebbe essere nascosto dai jeans o daigli indumenmti in genere.
se invece lei volesse var vedere qualcosa o far immaginare qualcosa di esistente sotto i jeans dovrebbe usare l'antico sistema dei fazzoletti (spesso utilizzato anche da alune donne per le mammelle ritenute piccole).
cerchi di superare le sue ansie "dimensionali" e pensi un po' di più agli apsetti qualitativi della sua vita sessuale ds condividere con le ragazze che incontrerà
cari saluti
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Una preoccupazione che coinvolge la maggior parte degli uomini, in ogni età, è rivolta alle dimensioni del proprio pene dove l'idea dominante è che più è grosso e meglio è. In realtà, nel suo caso specifico le dimensioni centrano poco con il piacere provocato nella donna, da un punto di vista funzionale, infatti la vagina si adatta perfettamente alle dimensioni del suo pene.

Il problema, se di problema si deve parlare, è da ricercare nei condizionamenti sociali che creano delle aspettative di tipo psicologico perché attribuiscono al pene valori tipici di uno status symbol. Segua il consiglio già dato anche dai colleghi Beretta e Randone e si faccia consigliare da un uno psicologo che lavora nel settore sessuologico.

Ancora un cordiale saluto