Utente 427XXX
Salve dott avrei bisogno di un consiglio,e'da parecchio tempo che la notte mi scricchiola la mandibola facendo dei veri e propri rumori all'apertura della bocca.Cio' si verifica solo la notte anche se poi la mattina ho la zona sx fino all'orecchio indolensita.Il mio dentista ha detto che se continua cosi' dovrei mettere un byte notturno per rilassare la mandibola.La domanda e'questa:Questo fenomeno puo'andar via da solo?Puo'succedere che mi blocco con la mandibola?Se nn mi metto questo byte a cosa vado incontro?
Grazie e buon lavoro
[#1] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

rumori alla mandibola durante le sue escursioni sono una cosa frequente da rilevare nei pazienti che visitiamo. Come in ogni tipo di fenomeno è l'entità a definire se la cosa è trascurabile o preoccupante.

Nel suo caso, il fatto che lei lamenti anche dei dolori mi fa pensare che si tratti di una vera e propria disfunzione temporo-mandibolare.

La terapia dei disturbi dell'ATM prevede cure di vario genere; bisognerebbe valutare se vi sono problemi occlusali che possono essere alla base del fenomeno che lei lamenta (ed in questo caso eseguire una terapia ortodontica).
Bisognerebbe vedere se esistono "abitudini viziate" (se ad esempio lei digrigna i denti durante la notte) cosa che potrebbe anche evidenziarsi con un'usura dei denti.

In tutti questi casi l'uso del bite è sicuramente indicato, ma non può rappresentare, da solo, la soluzione del problema.

Circa poi la sua domanda sulla possibilità che le si "blocchi" la mandibola, le dico che le due cose (scroscio dell'articolazione in movimento e possibilità di lussazione del condilo) sono due fenomeni separati.
Diciamo che se oltre a "far rumore" muovendosi la sua mandibola fa anche "uno scatto", allora potrebbe esservi anche una condizione predisponente ad un episodio di "blocco".

Come quasi in tutti i casi... sono costretto a dirle che senza una visita non possiamo far altro che fornire informazioni generiche.

Cordiali saluti.

Dott. D. Laquintana
[#2] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risp esauriente.Buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile paziente, sarebbe cosa utile, prima di dare un mio giudizio in merito, sapere anche la condizione del suo apparato dentale, nel senso di sapere se le mancano dei denti ed in quale zona, che classe dentale ha, se è un soggetto parafunzionale,come giustamente detto dal collega Laquintana.
Ci faccia sapere
[#4] dopo  
Dr.ssa Laura Anna Melone
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
il serramento notturno o il bruxismo sono abbastanza frequenti. A meno che non siano abitudini legate a momenti di particolare stress emotivo nella sua vita, non tendono a scomparire ma a peggiorare. Il bite ha la funzione di distendere la muscolatura e impedendo il contatto tra i denti li protegge dalle abrasioni. A mio avviso, sarebbe prudente valutare anche lo stato di salute dell'articolazione temporomandibolare e della dentatura.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Melone Laura Anna
[#5] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino
16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Una attenta valutazione gnatologica è in questi casi indicata.
Saluti