Utente 254XXX
Salve ho 34 anni e ho avuto in passato delle extrasistole sopraventricolari che si accentuavano quando fumavo ho esageravo col caffe e sopratutto nei periodi di stress.Ho fatto parecchi controlli ecg da sforzo holter e l'unica cosa che mi hanno trovato una piccola insufficienza mitralica provocando un prolasso della mitrale di grado lieve.Poi gli extrasistole sono andate diminuendo e addirittura sono quasi del tutto scomparse smettendo di fumare e non prendendo piu caffe ma mi succede ,tutt'ora che quando mi sdraio sul letto per riposare e si accentua quando finisco di mangiare,di avvertire un extrasistole cosi forte con una pausa molto lunga come se si fermasse e ripartisse di colpo tanto anche da farmi star male avvertendo capogiri e la vista per un attimo un po sballata.
Volevo capire da cosa puo dipendere questa cosa.
Grazie
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le extrasistoli sopraventricolari sono molto spesso benigne e rappresentano un problema di qualità di vita per chi le avverte. Nel suo caso ha fatto bene a eliminare i fattori scatenanti (caffè, fumo ect), ma anche il sovrappeso gioca un ruolo e l'ansia peggiora il tutto. Stia tranquillo perchè le pause che avverte sono normali in chi presenta extrasistoli.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore sicuramente sara cosi ma mi scuso se insisto perchè mi capita tutte le volte che mi sdraio? Invece quando lavoro o faccio altro non le avverto? potrebbe essere che essendo sdraiato qualcosa mi comprime sul petto o il cuore provocandomi questo fenomeno?
Grazie Ancora
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, non c'è nulla che "comprime"; semplicemente quando la sua mente è impegnata in attività fisiche o intellettive, la sua attenzione viene spostata e lei non avverte le extrasistoli, mentre quando si rilassa e non ha la mente impegnata le avverte di più. Inoltre rilassarsi significa anche attivare una parte del sistema nervoso involontario, che tecnicamente chiamiamo "vago", il quale può in alcuni casi peggiorare l'extrasistolia anzichè migliorala.
Saluti