Utente 221XXX

sono un ragazzo di 27 anni,da precedenti visite specialistiche ed analisi di laboratorio è emerso un varicocele sinistro di 3° grado ed oltre.
questo è il referto dell ecodoppler
ECO COLOR DOPPLER SCROTALE VASI SPERMATICI

pervietà con flusso ortodromico delle vene e arterie spermatiche interne
vena spermatica interna sinistra incontinente con reflusso medio con velocità massima di 43 cm/sec dopo manovre dinamiche sia in clino che in ortostatismo.
vena spermatica interna sinistra con diametro trasverso massimo di cm. 0,45 in clinostatismo e cm 0,45 in ortostatismo.

vena spermatica interna destra continente e con diametro trasverso massimo di cm. 025 in clinostatismo e cm 0,25 in ortostatismo.

TESTOSTERONE TOTALE 1.59 NG/ML (3,0 - 10.6)
TESTOSTERONE LIBERO 0,018 NG/ML (0,052 - 0,21)
TESTOSTERONE BIODISPONIBILE 0,42 NG/ML (MAGGIORE DI 0,40)
TESTOSTERONE SALIVARE 91 PG/ML (50 - 210)
SHBG 68,8 (10-73)
DIIDROTESTOSTERONE (DHT) 213 PG/ML ( 300 - 1200)
PROLATTINA 13,70 NG/ML
BHCG SIERICA MINORE DI 2
TSH 0.64 IU/ML (0.25 - 5)
FT3 4.96 (4-- 8.3
FT4 15.34 PMOL/L (9- 20)

come nota sono molto bassi, la prolattina è ne renge 13 su un minimo di 19.
lh fsh, non li ho ancora fatti.

dallo spermiogramma si evince una normalità del 11 %
111 milioni per 6.8 ml di eiaculato.

il mio andrologo vuole farmi operare con la tecnica di sclerotizzazione.

sono un po titubante, perchè avevo letto su un articolo scientifico , che la tecnica migliore per sperare in un miglioramento del testosterone è quella microchirurgica.

volevo sapere se anche con la sclerotizzazione, secondo la vostra esperienza e idati che avete raccolto durante la vostra carriera, si possono avere questi risultati?

mi chiedo se sospendendo la cura di testosterone, quest'ultimo possa ritornare a livelli bassi come inizio cura.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
gentile utente la per miuùgliorare il testosterone ed lo spermiogramma la tecnica non è importante, l' importante è la risoluzione della patologia in modo che il testicolo possa lavorare in maniera adeguata e produrre testosterone e spermatozoi . pertanto le consiglio di affidarsi ai consigli del suo medico e di non leggere articoli in rete in quanto per ogni articolo che dice una cosa che ne saranno almeno 2 che dicono il contrario
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio dr. quarto,
quindi se il varicocele sarà corretto definitivamente, qualsiasi sia la tecnica, potrò sperare in un aumento naturale del testosterone, questo sempre dopo un arco di tempo non inferiore a 4 mesi, giusto?
questo è l'articolo a cui mi riferisco, ma viene citata solo la tecnica di microchirurgia.
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1464-410X.2010.10030.x/abstract
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
si
[#4] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
salve, torno per aggiornare la mia situazione:
ieri, 23 luglio, mi hanno operato il varicocele, con tecnica scleroembolizzazione.
l'intervento vero e proprio è durato 2 minuti, non ho sentito nessun dolore, e a distanza di un giorno non avverto che un leggero fastidio al taglio fatto, ma non hai testicoli. non noto neppure che si siano gonfiati.
noto però che è rimasta visibile la sacca grumosa de varicocele. vi chiedo, essa rimarrà così oppure col tempo la vena si svuoterà? mi pare che ci sia ancora molto sangue che passi di li, oppure è la sostanza sclerotizzante?
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la terapia chirurgica o radiologica del varicocele comporta il blocco del "reflusso" venoso ed in genere si può avere una riduzione progressiva della massa varicosa scrotale che potrebbe anche persistere senza esse3re espressione di recidiva.
Circa gli effetti del varicocele sul testosterone credo che siamo ancora nell'ambito delle "fantasie" andrologiche. Che tale patologia vascolare venosa possa deterimanre un cattivo funzionamento delle cellule di Leydig, testicolari, che producono il testosterone è abbastanza difficile da concretizzare e finora non è stato mai dimostrato in maniera valida.
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
gentili dottori,
dopo 7 giorni dall''intervento ho avuto un rapporto completo. tutto è andato molto bene, ma ora avverto come un dolore all''inguine sinistro, un dolore non continuo ma che si avverte soltanto quando faccio dei movimenti. devo contattare il mio andrologo e il radiologo interventista?
mi devo preoccupare oppure è nella norma? anche durante l''atto sessuale ho avvertito alcuni dolori? da cosa può dipendere?
vi ringrazio