Utente 191XXX
E' oramai daun mese che sono soggetto ad orticaria , il primo fenomeno mi si è presentato il giorno 11 maggio 2012 , ad oggi , salvo pochi giorni di pausa non ho avuto tregua, compreso un gigantesco sfogo che ha ricoperto la parte anteriore del ginocchio , il bacino , la spalla destra e la nuca . Fenomeno risolto con una cura di augmentin , su ricetta medica, ipotizzando un' infezione , a fine ciclo dell'antibiotico i pomfi erano spariti , ma il giorno dopo il termine del ciclo di augmenti, sono ricomparsi , premetto che durante tutto questo tempo sono rimasto sempre sfebbrato.
Dopo una vistita dal dermatologo mi sono stati effettuati esami del sangue , , feci e urine, eseguiti prima dell'assunzione dell'augmentin , dal quale risultano solo questi valori fuori norma :

Calprotectina (feci ) : 22 mg/kg
Vitamina B12 : 131 pmol/L 133-675
Calcio : 2.74 mmol/L 2.10 -2.60
Acido Urico : 599 umol/L 155-428

Possono avere un nesso con l'orticaria questi valori ?

Premetto che i pomfi si presentano la mattina , svaniscono per ora di pranzo e si ripresentano nel pomeriggio per placarsi verso sera e ricomparire la mattina.
Prendono di mira prevalentemente il volto e le gambe.

Risulto negativo a agenti patogeni quali : adenovirus , norovirus , rotavirus , C. difficile tossina A/B , , Campylobacter spp , Salmonella spp , EHEC verotossina stx 1/2 , Shigella , Cryptosporidium , Entamoeba histolitica , Giardia lamblia.

Non so che esami poter effettuare per poter comprendere al meglio la causa dell'orticaria , e se vi sia un nesso tra antibiotico e sparizione dell'orticaria.

Premetto che sono soggetto ad orticaria da streptococco e ho avuto orticaria anche la fase iniziale del morbillo 2 anni fa.

Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
non capisco cosa intende quando dice che è «soggetto ad orticaria da streptococco» (ha presentato eventi simili in passato che sono stati in qualche modo ricondotti ad episodi infettivi?).
L'apparente (e fugace) miglioramento al termine del ciclo di antibiotico potrebbe essere una mera conincidenza.
L'approccio diagnostico all'orticaria cronica/recidivante prevede la ricerca-esclusione di condizioni cliniche che sono ritenute "associabili" all'orticaria stessa (oltre all'esecuzione del test con il siero autologo). Questo si fa con la visita e con la prescrizione degli esami che si reputano più utili in tal senso. Tra quelli che ha riferito solo l'uricemia sembra significativamente alterata, potrebbe meritare un approfondimento (visto anche il leggero "movimento" della calcemia); non escludo che possa essere utile anche qualche altro accertamento: ma da qui possiamo darLe indicazioni minime, evidentemente sarebbe opportuna una valutazione diretta da parte dell'allergologo o del dermatologo.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Marchi , mi scusi il mio tardivo riscontro, ma il sito ha pubblicato il suo consulto solo ora.
Mi riferivo ad orticaria da streptococco perchè le prima volte i pomfi venivano solo in caso di infezione batterica alle tonsille , poi una volta anche durante un'infezione virale da morbillo , sino ad oggi che il tutto è diventato giornaliero . Le cose sono cambiate molto comunque , sono stato ricoverato in ospedale mi hano fatto mille esami ( il siero autologo no ) e non riescono a concludere nulla , l'orticaria va e viene , mi hanno somministrato 4 aerius al giorno , ora sono riuscito a scendere a 2 da quando prendo bioflavonoidi e vitamina c in semi di pompelmo , e nessuno mi sa dare un perchè , ma il tutto si è ridimensionato , soprattutto dopo la colonscopia che ha escluso anche infezioni o alterazioni intestinali , prima della colon avevo alcuni pomfi ( solitamente durano qualche ora , piu o meno una decina) , dopo la colon e l'anestesia totale i pomfi erano spariti , e a distanza di 10 gg sono ancora un ricordo , ogni tanto saltano fuori ma minuscoli e non in rilievo. Il livello di calcio invece è tornato nella norma ed ho eseguito un ciclo di 4 punture di B12.
Ovviamente la ringrazio per le sue indicazioni , che posso definire valide ed utili , mi chiedo se convenga ancora indagare sull ' uricemia e con che esami , e se reputa il siero autologo necessario , in quanto sono state scartate eventuali malattie autoimmuni per l'assenza di anticporpi specifici.

cordiali saluti
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«le prima volte i pomfi venivano solo in caso di infezione batterica alle tonsille , poi una volta anche durante un'infezione virale da morbillo , sino ad oggi che il tutto è diventato giornaliero»: quindi la definizione "orticaria da streptococco" non ha senso.

«nessuno mi sa dare un perchè , ma il tutto si è ridimensionato»: non Le hanno mai detto che si tratta di un comportamento tipico dell'orticaria cronica (che alterna periodi di miglioramento/remissione e peggioramento/recidiva in maniera anche del tutto spontanea)?

«mi chiedo se convenga ancora indagare»: l'indicazione ad ulteriori accertamenti deve scaturire dalla valutazione del quadro clinico generale, pertanto si tratta di una questione sulla quale non ho il potere di esprimermi definitivamente.

In linea generale, dato che la situazione clinica è migliorata ed ha comunque completato un percorso, il miglior consiglio che posso darLe è quello di stare sereno e mantenere i contatti con i colleghi.

Saluti,
[#4] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto.
E le posso assicurare , avendo sentito , molte persone effette da orticaria idiopatica , in questi mesi, che anche un consiglio, che può risultare, "di base" , come il suo , può essere di gran sollievo per noi.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Un corretto approccio a questa condizione, cioè il fatto di riuscire ad accettarla e viverla serenamente, è parte della cura.
Sono molto contento di esserLe stato utile.
Saluti,