Utente 865XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 30 anni e, in seguito alla gravidanza avvenuta nel 2009, ho iniziato ad avere problemi di capillari e anche di vene. Premetto che sono alta 160 cm e peso 50 kg e sono sempre stata portata alla rottura dei capillari (questione genetica). Nella scorsa settimana ho effettuato una visita dal dermatologo per un'altra questione e mi ha però anche controllato le gambe notando i capillari. Secondo il dermatologo dovrei portare sempre le calze, anche se non mi ha prescritto un tipo particolare, mentre per la vena + evidente (vicina al ginocchio sx) ha provato a vedere se stringendo con un laccio la gamba si gonfiasse..per ora no però è comunque ben evidente, anche perchè la mia carnagione è piuttosto chiara. Volevo quindi capire se posso intervenire in altro modo per togliere buona parte dei capillari (presenti sulla coscia esterna sx) e se posso ridurre la visibilità della vena e comunque prevenire l'uscita di altre. A chi dovrei rivolgermi e a quali terapie/interventi dovrei sottopormi? Inoltre volevo capire se sono mutuabili o se dovrei sostenere dei costi, anche piuttosto alti.
Per quanto riguarda le calze, visto che stiamo entrando nel periodo estivo, potrei comunque portarle almeno nella notte?
La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I L IMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la gravidanza rappresenta sempre un momento critico per lo stato del sistema venoso:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/91-varici-gravidanza.html
La condizione di cui è portatrice richiede un preciso inquadramento specialistico (Chirurgo Vascolare) integrato se necessario da ecocolordoppler al fine di individuare le procedure terapeutiche e preventive più indicate nel Suo caso: http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/96-conoscere-malattie-vene.html
Per quanto desumibile a distanza vi è largo spazio per un trattamento sclerosante:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-capillari-teleangectasie.html .
Le calze elastiche in linea di principio e salvo indicazioni specifiche non vanno indossate in estate e tanto meno nelle ore notturne: http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/198-calze-elastiche.html
[#2] dopo  
Utente 865XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per la risposta. Provvederò a contattare uno specialista per effettuare i controlli. Cordiali saluti.