Utente 217XXX
Buonasera.
sono incinta di 35 settimane e gia' da qualche settimana tramite 2 ecocardiografie alla mia bimba e' stata diagnosticata sospetta coartazione aortica.
All'ospedale dove l'ho fatta (ottimo centro) sono abbastanza sicuri della diagnosi, anche se mi han detto che ci sono possibilita' di errore.
purtroppo da quello che ho capito bisogna aspettare la nascita per valutare bene la situazione e se la coartazione verra' confermata e se ci siano altre anomalie.
Come potrete immaginare sono molto in ansia, quindi vi prego rispondere ad alcune domande.
Se confermata la coartazione a cosa andra' incontro la mia bimba? Verra' subito operata? Se si' che tipo di intervento e' x una neonata?
Se la cosa verra' risolta potra' avere una vita normale?
O dovro' stare in ansia per tutta la vita?
Verra' intubata appena nata?
Grazie a chi volesse rispondere!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signora stia tranquilla per la coartazione. Se come penso si tratta di una forma di coartazione non severa visto il dubbio da parte dell'ecografia nella diagnosi, questa potrà essere valutata ed eventualmente dilatata con un palloncino a distanza di qualche tempo dalla nascita con basso rischio e buon risultato. Nella zona dove abita vi sono degli ottimi centri di cardiologia interventistica e cardiochirurgia che sono in grado di assistere lei e la bimba nella maniera migliore.
Non credo vi sia il rischio che alla nascita la bimba debba essere intubata. L'aspettativa di vita di un soggetto affetto da coartazione e corretto è come il resto della popolazione.

auguri
[#2] dopo  
Dr. Andrea Garatti
20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN DONATO MILANESE (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile signora
concordo con quanto espresso dal collega. Anzitutto la diagnosi potrà essere meglio chiarita nel proseguio della gravidanza o immediatamente post nascita. Le opzioni terapeutiche comprendono sia la possibilità di un trattamento percutaneo (quindi dilatando la coartazione con un piccolo palloncino, senza un vero e proprio intervento chirurgico) che invece la correzione chirurgica vera e propria. In questo caso si deve praticare una piccola incisione sul torace sinistro e si procede ad escludere il segmento di aorta coartato ricostruendo il vaso o direttamente o con una piccola toppa. La scelta dipende ovviamente dalle condizioni anatomiche che potranno essere meglio chiarite nelle prossime ecografie. In ogni caso sono procedure che nei centri di riferimento per il trattamento delle cardiopatie congenite si effettuano con ottimi risultati. La prognosi, l'aspettativa e la qualità di vita di un paziente affetto da sola coartazione aortica corretta con successo sono assolutamente normali.
Continui quindi a tenere il problema corretamente sotto osservazione ma non si preoccupi per il futuro della sua nascitura
Cordialmente

Dr. Garatti Andrea
Unità di Cardiochirurgia
Istituto Policlinico San Donato
milano