Utente 591XXX
Salve,
sono un ragazzo di 25 anni..vita abbastanza tranquilla...ho aperto da poco un'attività che mi obbliga a stare molte ore al pc..
Circa 3 settimane fa stavo per uscire di casa e mi sono sentito male...ovvero..di punto in bianco mi è venuta un'agitazione incredibile con tremori..e tantissima preoccupazione...quindi mi sono sdraiato...mi sono calmato prendendo 1 pasticca di valeriana...
Poi sono stato di nuovo bene...
Circa una settimana fa invece ho avuto un episodio analogo...tremori...senso di freddo e improvvisamente senso di caldo...tantissima agitazione...battito accelerato...l'agitazione aumentava sempre di più perchè mi venivano in mente pensieri tristi e ancora più preoccupazione per l'episodio...
Per una settimana sono stato un po depresso, agitato e con un po di tremarella e si sono avuti altri episodi del genere ogni giorno...con leggeri tremori alle mani e alle gambe....brividi di freddo...molta preoccupazione e sensazione di tristezza...meno appetito del solito...e non riesco a distogliere il pensiero da questi eventi quindi l'ansia sale anche per questo motivo..
Gli episodi si sono presentati in diverse situazioni...a casa...mentre ero in auto (e qui la peggiore perchè era una strada dove non era possibile accostare)...mentre ero in fila ad un supermercato...ecc..
Premetto che sono stato sempre un po ipocondriaco e che ho sempre avuto paura delle visite mediche (per non parlare dei prelievi di sangue..)..mi sono sempre agitato durante tranquillissime visite mediche..e ogni tanto mi agito ma in maniera minore se per esempio qualcuno che conosco deve prendere l'aereo o devo prenderlo io...o se deve sottoporsi a qualche operazione chirurgica..o se ha qualche malattia...insomma tendo a pensare sempre al peggio...
Quando sto come adesso al p, sono un po agitato ma mi sento abbastanza bene...mentre non appena mi alzo mi sento subito piu agitato e sempre con la tremarella...
La sera per esempio quando mi metto a letto (premetto che vado sempre a letto tardissimo...) mi tranquillizzo un po...ma la mattina mi sveglio e mi controllo subito le mani per vedere se tremano...
Sinceramente ho paura delle malattie...quindi potrà capire il mio stato di tensione...
Penso di aver avuto attacchi di panico/di ansia...e ora sono agitato per questi episodi...Lei cosa ne pensa?
Puo essere qualche altra malattia graze?

Grazie

Alex

[#1] dopo  
Dr. Mariano Indelicato
24% attività
0% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
i sintomi che lei descrive sembrano assomigliare molto a crisi d'ansia o di panico, andrebbero meglio approfonditi. Una delle caratteristiche delle crisi d'ansia è quella di lasciarci un dubbio atroce: mi sento in questo modo perchè ho avuto paura o, invece, la mia condizione è determinata dall'ansia? Per poter rispondere a questa domanda, sarebbe preferibile consultarsi con uno specialista in psichiatria o in psicoterapia in modo da poter trovare insieme non solo la risposta, ma anche, il conseguente trattamento.
[#2] dopo  
Utente 591XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per questa rapidissima risposta!

Grazie alle Sue parole mi sono tranquillizzato un pochino, oggi sto meglio, meno tremore meno freddo...meno pensieri negativi!

Seguirò il Suo consiglio quanto prima!

La ringrazio davvero molto.

Buon Lavoro

Alex
[#3] dopo  
Dr. Gabriele Tonelli
24% attività
0% attualità
12% socialità
PORRETTA TERME (BO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente, Lei afferma di stare molte ore al computer, non so se sia sua abitudine fare ogni tanto delle pause. Nel caso che no, tenga anche presente che una sintomatologia (come quella del primo episodio) potrebbe anche essere stata indotta da una permanenza per un lungo periodo in una posizione non consona. Cosa abbastanza frequente quando si lavora lungamente al computer.

Cordiali saluti

Gabriele Tonelli
[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
0% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la sintomatologia da lei descritta pare essere ascrivibile alla sfera ansiosa. D'altra parte la necessità di una contestualizzazione più approfondita che tenga in conto le variabili determinate da fattori contingenti (quali per esempio il tipo di lavoro svolto, le abitudini di vita, ecc.) rendono necessario un approfondimento specifico.
Al fine di diagnosticare correttamente il disturbo ed intraprendere eventualmente un trattamento adeguato.
Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 591XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
al pc sto molte ore...ogni tanto faccio delle pause...altre volte no...ma questi disturbi mi capitano soprattutto dove cè confusione....oppure in auto...

In questi giorni mi sento anche triste per la mia condizione ed è come se non riuscissi a distogliere il pensiero dal mio stato...e forse è questo prinicipalmente il problema....

Mi è venuta la paura della paura....ovvero esco poco di casa anzi quasi niente...perchè ho paura di sentirmi male...quando sto al pc, ovvero mi distraggo ci penso molto di meno e sto quasi bene...

Noto che crisi acute non ne ho piu avute...ma cmq in presenza di altre persone devo stringere i denti...e poi magari piano piano la cosa diminuisce...

Sinceramente ho paura delle malattie...e questo mi agita, come gia detto in precedenza...ancora di piu...però penso di essere quasi certo che sia l'ansia...sennò starei male anche prima di andare a dormire...oppure seduto davanti al mio computer...cosa che non mi capita mai...

Poi volevo aggiungere...qualcuno mi ha detto che è lo stress...qualcun altro mancanza di vitamine...cmq fatto sta che ho un taglietto (ora a dire il vero sono due) al lato della bocca che è spuntato da solo...

Altra cosa...dato che mi sento cmq nervoso...in questi giorni tendo a far trabballare il piede...o la gamba...e mi rosicchio unghie e dita delle mani...questo penso sia riconducibile allo stato ansioso in cui sto vivendo...

Prossimamente andrò da uno specialista, intanto gradirei ricevere da voi qualche chiarimento.

Grazie 1000

Alex
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Ronzani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile Utente

Per formulare una corretta e completa diagnosi occorrerebbe visitare la persona interessata, comunque dalle informazioni assunte, il quadro clinico appare suggestivo di un disturbo riconducibile all'ambito fobico. In altre parole gli episodi sarebbero riconducibili ad attacchi di panico. Per completezza, mi pare opportuno aggiungere che oggi il disturbo da attacchi di panico si può curare in modo efficace ed adeguato.
Cordiali saluti