Utente 691XXX
Gentili dottori, gradirei una Vostra valutazione sul referto ecografico:dopo introd. alprostadil 10 si osserva una radida progressiva tumescenza che in breve raggiunge la rigidità.La velocità di picco sistolico misurata alla base misura 10cm/sec,l'indice di resistenza 1.Da circa 20 gg non ho erezioni in conseguenza dello shock provocato da una tc rachide,in precedenza avevo ripreso un poco di funzionalità da una crisi meno grave. Questo fatto ha aggravato notevolmente i sintomi depressivi che curo con farmaci da pochi giorni,dopo l'ecografia il dottore mi ha detto che la situazione dal punto di vista organico non è male,questo mi ha rinfrancato per poco perchè subito sono ricaduto nella paura di non avere più erezioni,aggiungo che dopo ore dall'esame avvertivo dolore esterno ed interno al pene,non sarebbe il caso fare ulteriori indagini per esempio alla prostata? Grazie molte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
esiste una discrepamnza fra rigidità raggiunta (indice di sanità del sistema vascolare penieneo) e bassa portata misurata (10 cm/sec: il normale è fra 30 e 35). Queste discrepanze possono essere dovute a fattori vascolari minimi, ovvero a fattori ansiosi elevati ovvero alla loro commistione (personalmente propendo per la II e III ipotesi). Il dolore all' interno del pene non so spiegarlo, poichè l' iniezione di alprostadil fa dolore momentaneo. Personalmente ne parlerei con lo specialista di riferimento, facendo anche esami ormonali per avere quadro completo della situazione.
[#2] dopo  


dal 2012
Gentile dr. Cavallini innanzitutto grazie per la celerità della risposta, La informo che sono diabetico d 11 anni e per quanto riguarda i val. ormonali un mese fa erano questi:FSH 4,5 LH6,7 PROLATTINA 9,6 ESTRADIOLO 37,1 TESTOSTERONE 5,73 DIIDROTEST. 9OO DHEA SOLFATO 192,9.Iin questo periodo riuscivo ad avere qualche erezione.Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gran guai il diabete non ne ha fatti, esami ormonali ok.
[#4] dopo  


dal 2012
Gent. dr. Cavallini le mie condizioni sessuali come si spiegano? il mio stato depressivo non era moolto grave mentre adesso comincio ad avvertire a causa del cipralex e xanax un senso di stordimento molto forte con offuscamento vista,sono abbandonato a me stesso, il mio obbiettivo è recuperare un minimo di funzionalità sessuale, solo questo potrebbe aiutarmi e diminuire il mio stato fobico che sta incidendo anche sul fisico perchè dimagrisco e dormo molto poco e male.Alla prossima visita cosa devo chiedere all'andrologo? Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non le paia semplicistico quando c' è di mezzo una depressione ed i farmaci antidepressivi nonchè una possibile arteriopatia (vedi sopra) mi pare che viu siano dati a sufficienzxa per impostare unb trattamento quanto meno sintomatico. Chieda questo al collegta
[#6] dopo  


dal 2012
Egr.. dott. Cavallini, il collega andrologo mi prescrisse già prima dell'ecografia cialis 5 mg giornaliero,è un farmaco che si può usare quando si è annche in terapia con cipralex e xanax?al momento non posso contattare nessuno dei due medici.Vorrei gentilmente sapere solo se vi sono controindicazioni o se in generale gli specialisti sono contrari all'assunzione contemporanea di queste due terapie.E poi questa mia arteriopatia riscontrata con la bassa velocità può avere giovamento com unque con i farmaci antimpotenza riuscendo ad avere una risposta sessuale?Grazie e cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Terapia corretta compatibile con quanto prende nulla da obbiettare.