Utente 176XXX
Buongiorno,
da due anni ho scoperto di essere iperteso (ereditaria). Dopo una visita cardiologica mi e stato diagnosticato un ingrossamento del cuore. Il cardiologo mi ha riferito che questo ingrossamento è dovuto all'ansia che si attacca al cuore. Desidero sapere se è normale se dopo un attacco di ira mi fa male il lato sinistro del petto all'altezza dell'ascella e mi sento tirare il braccio ed un senso di spossatezza generale. Questa senzazione dura 1-2 giorni e poi scompare. Mi devo preoccupare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ho qualche perplessità che il suo cardiologo intendesse dire quello che lei ha compreso. L'ansia e l'ingrandimento cardiaco sono due cose distinte e separate. Se lei ha una dilatazione delle cavità ventricolari va effettuato un approfondimento diagnostico adeguato perchè il problema può non essere banale. I sintomi che invece riferisce di avvertire quando si arrabbia non sono tipici (non hanno cioè le tipiche caratteristiche del dolore di origine cardiaca), ma tutto potrebbe avere un significato diverso se lei ha una vera e propria cardiopatia dilatativa.
Cordialità