Utente 144XXX
Salve
ho 47 anni sono stato operato a 40 di varicocele bilaterale , dopo circa un mese ho sviluppato un discreto idrocele a sx molle ma clinicamente evidente , confortato anche da eco scrotali che lo hanno empiricamente quantizzato in circa 20cc ; ho consultato vari andrologi non tutti convinti dell'indicazione chirurgica ; premesso che è variabile e che a periodo mi da un po' fastidio prevalentemente per problemi meccanici e non di dolore. Il mio dubbio che è anche il mio quesito a voi dottori è : l'obiettivo è drenare il liquido intrappolato nella vaginale che non regredisce probabilmente perchè è stato legato il vaso linfatico durante la precedente operazione; se però incido la vaginale e libero il liquido e poi la richiudo è evidente che si riforma , quindi sono costretto a lasciare aperta la vaginale, sfinestrarla , tagliarla , capovolgerla etc, ma in tutti questi casi anche se è vero che risolvo definitivamente l'idrocele , rischio ,credo, di non avere più la stessa naturale movimentazione del testicolo visto che non si trova più nel suo ambiente originario. Quindi possono verificarsi aderenze etc . Quindi come si può risolvere tutto questo mi sembra di capire che cmq qualcosa si sistema ma sempre qualcos’altro si guasta , non esiste la soluzione chirurgica perfetta che riporta i due testicoli ad essere uguali , senza problemi come erano prima ? dobbiamo accontentarci del male minore , è questo il motivo per cui alcuni medici appaiono dubbiosi di fronte a casi limite come il mio …Vorrei se è possibile con grande onestà intellettuale il vs. parere , cosi ci mettiamo l’anima in pace e magari accettiamo qualcosa per non perdere altro ..
grazie , attendo fiducioso

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

la valutazione spetta allo specialista che valutata l`obbiettivita`ed eseguito una ecografia testicolare valutera`la cosa migliore da fare. Tuttavia e`possibile convivere tranquillamente con l`idrocele e per questo basta eseguire esami preventivi una o due volte l`anno come l`ecografia testicolare. Consulti anche il suo medico di base che meglio di noi conosce la sua storia clinica.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2006
grazie dottore per la risposta rapida, però mi aspetto maggiore dettaglio tecnico da voi medici , entrate nel merito della tecnica chirurgica e cortesmente spiegatemi qual'è quella che può risolvere un idrocele definitivamente, lasciando poi il testicolo tornare uguale al controlaterale sano , è possibile ?

grazie