Utente 241XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 15 anni e premetto dicendo che purtroppo sono ipocondriaco.
Ho da circa 3 mesi e mezzo (o almeno, è da 3 mesi e mezzo che mi sono accorto di averlo) un nodulo duro nel testicolo destro che sembra attaccato all'epididimo. Sono andato dal medico che ha diagnosticato una cisti epididimale, prescrivendo un'ecografia che ancora non ho fatto. Oltre a questo nel giugno 2010 mi è comparsa la ginecomastia, o almeno penso che sia una ginecomastia: palline che fanno male al tatto sotto i capezzoli e capezzoli un po' gonfi e sporgenti (non c'è la parte centrale ben delineata come dovrebbe essere); al freddo o sollecitandoli un po', questi tornano normali. Le palline sembrano essere passate e non ho più dolore da circa 2 mesi, ma i capezzoli restano gonfi. Inoltre oggi sento dolore toccando la parte tra il petto e l'ascella destra, Informandomi, ho scoperto che ginecomastia e tumore al testicolo possono essere collegati, così come possono essere collegati ginecomastia e tumore al seno maschile.
Sono terribilmente in ansia, spero possiate rassicurarmi al più presto.
Un saluto, e grazie del vostro tempo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le era stata consigliata quellla ecografia qualche mese addietro, e pare che tutt' ora manchi all' appello, quanto ad una ginecomastia bilaterale in ragazzo tanto giovane mi pare assai difficile possa esistere, magari siamo di fronte a cambiamenti areolari sotto la spinta del testosterone. quanto poi alla relazione fra neoplasia testicolare e ginecomastia è piu libresca che reale. Personalmente le consiglio di eseguire gli esami prescritti e di farsi vedere da collega.
[#2] dopo  


dal 2012
Caro dottore,
innanzitutto grazie mille della risposta celere.
L'ecografia non l'ho ancora fatta perché, in seguito a domanda su questo sito, mi è stato detto che sarebbe servita solo a stabilire le dimensioni della cisti, non per confermare la diagnosi, quindi, tranquillizzato, ho lasciato perdere. Dovrei comunque rimediare a breve. Secondo lei c'è urgenza? E servirebbe per confermare la diagnosi?
Riguardo alla ginecomastia, su internet ho letto su svariati siti che compare spessissimo nei giovani durante la pubertà, non so di quale tipo, quindi può essere che io abbia una ginecomastia di un tipo che non sia bilaterale?
Posso aver fatto un danno rimandando l'ecografia? E ciò che ho e che ho avuto al petto (palline che ora non ci sono più e capezzoli gonfi) può essere pericoloso?
Scusi le domande isteriche ma sono davvero preoccupato.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
veramente le è stato detto qualche cosa in piu che di qua non si può dire per privacy, per quannto riguarda il resto niente isterismi e calma e gesso, che non vedo allarmi e segua quanto detto.
[#4] dopo  


dal 2012
Farò l'ecografia, però non ho ben capito se basti la diagnosi del medico per qualificare quel "corpo" che ho nel testicolo destro o se sia l'ecografia a confermare la natura di quel nodulo.
Saluti
[#5] dopo  


dal 2012
Scusate se riporto in superficie la domanda, ma mi piacerebbe capire una volta per tutte se sia bastata la palpazione a capire se si tratti di una cisti e se l'ecografia sarebbe la conferma alla diagnosi seguente alla palpazione o se serva solo a verificare dati riguardanti la cisti.
Grazie mille, un saluto
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La palpazione dà una idea, la ecografia anche. Dal confronto parte la diagnosi: alcunbe cosed si palpano ma non si vedono in ecogrrafia e viceversa.
[#7] dopo  


dal 2012
Grazie mille. Quindi, nonostante le rassicurazioni del dottore, non è scongiurato un eventuale pericolo?
Sono davvero preoccupato, e l'essere ipocondriaco certo non aiuta.
Saluti e grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Piuttosto difficile che un tumore venga scambiato per cisti e4 viceverse, ci sono molte altre patologie nel testiolo
[#9] dopo  


dal 2012
Già questo mi rassicura. Grazie delle risposte
[#10] dopo  


dal 2012
Mi scuso anticipatamente per l'insistenza nel far domande; riconosco di essere noioso, ma non sto vivendo bene in questi giorni a causa della preoccupazione.
Informandomi, ho letto proprio sulle pagine di questo forum che un nodulo sull'epididimo è certamente una cisti, o almeno una formazione benigna. Potete gentilmente confermarmelo?
Purtroppo eseguo troppe ricerche sull'argomento, finendo per diventarne ossessionato.
Grazie mille anticipatamente.
Saluti
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
un nodulo sull'epididimo è certamente una cisti, o almeno una formazione benigna. ESATTO ORA SPENGA COMPUTER.
[#12] dopo  


dal 2012
Ha ragione, dovrei farlo, ma una volta entrato nel giro delle ricerche ossessive non se ne esce più...
[#13] dopo  


dal 2012
Ho fatto l'ecografia, fortunatamente è una cisti, però ho anche scoperto di avere un minimo idrocele bilaterale e un modesto varicocele bilaterale, più evidente a sinistra (4 mm). La radiologa ha solo detto che è tutto nella norma, non ha nemmeno menzionato idrocele e varicocele, però abbiamo successivamente sentito il dottore di famiglia che ha consigliato una visita urologica, che abbiamo prenotato. Ho letto che di solito si viene operati per il varicocele: secondo voi per 4mm potrei subire l'intervento? È grave come cosa? E l'idrocele?
Grazie mille, saluti