Utente 229XXX
Salve, vorrei cortesemente sapere se in un caso di leggera progenia, accompagnata da un difetto di crescita del mascellare ( gli incisivi chiudono testa a testa tra di essi e non ho un vero e proprio underbite ) è possibile risolvere con un semplice avanzamento dei mascellari oppure sarebbe consigliabile per un buon risultato modificare entrambe le parti, cioè mascellari e mandibola, di una misura minima cosi da ottenere la chiusura desiderata? Ho di recente consultato un chirurgo maxillo facciale che lavora a livello europeo piuttosto esperto, anche se sembra più portato verso l' estetica che esperto nella risoluzione dei disordini temporomandibolari, e avendo comunque già risolto casi di prognatismo con osteotomia, si è espresso tuttavia come totalmente contrario alla osteotomia mandibolare dicendo che la forma della mia mandibola è perfetta ed è solo il mascellare che è sottosviluppato, però dal mento leggermente appuntito e allungato rispetto alla norma si direbbe che anche una leggera progenia gioca il suo ruolo, e infatti il chirurgo vuole correggere leggermente anche il mento in modo da renderlo meno appuntito ma ciò non sta forse ad indicare che la mandibola è effettivamente più lunga del normale? Oppure mi sbaglio? Per il resto la forma è effettivamente perfetta come dice lui, solo il mento tradisce la terza classe.... oppure è appunto la terza classe che crea il mento? Dice anche che l' osteotomia della mandibola se non realmente necessaria può portare problemi di russamento e di respirazione, per via della lingua che si troverebbe ad avere poco spazio. Sono un po' confuso, sarei molto grato di sentire quello che ne pensano altri chirurghi maxillo facciali su questa idea del solo avanzamento mascellare. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Rosario Maurizio Gentile
24% attività
4% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
a mio avviso il trattamento va deciso in collaborazione tra un ortodontista ed il chirurgo maxillo facciale. Dovranno essere prese in considerazioni sia gli aspetti estetici che funzionali. Ci vuole un attento esame del suo volto e la valutazione del limite anteriore della dentatura in rapporto al resto del volto! dopo un attento esame clinico, un esame cefalometrico, un esame fotografico e lo studio in articolatore delle sue arcate dentarie potrà essere pianificato un piano di trattamento di chirurgia ortognatica corretto!
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Naturalmente mi rendo conto che è difficile rispondere con precisione senza una visita accurata, il mio interesse più che altro era sapere se una osteotomia della mandibola può effetivamente dare i problemi succitati come dice questo famoso chirurgo, e da cosa è possibile capire se il problema è nel mascellare o nella mandibola o in tutto l' insieme ( il mio problema è trovare un' occlusione stabile, non avere un volto perfetto ).
[#3] dopo  
Dr. Alberto Rosario Maurizio Gentile
24% attività
4% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
Se l'osteotomia della mandibola può dare problemi può dirlo solo il chirurgo maxillio facciale, io posso dirle che se ne fanno tante e che un buon chirurgo dovrebbe essere in grado di non crearne!
Per capire se il problema "è nel mascellare o nella mandibola o in tutto l'insieme" bisogna fare una diagnosi corretta con il criteri che le ho evidenziato sopra. Ovviamente la sua bocca deve essere prima preparata da un ortodontista che si occupa di ortodonzia prechirurgica.
Dovranno eliminare tutti i compensi dentali ecc...
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
A proposito del trattamento ortodontico prechirurgico, il chirurgo in questione intende avanzare il mascellare senza nessun trattamento ortodontico, e questo prima ancora di vedermi i denti, dunque non è sempre necessario? Poi ha stabilito fin da subito con fermezza che il difetto è nel mascellare dopo avermi guardato due secondi, quando tutti gli altri parlavano di osteotomia mandibolare, è questo che mi ha fatto nascere dei dubbi, però il chirurgo in questione, di cui non faccio il nome per correttezza, so per certo che è una delle eccellenze e lavora a livello internazionale quindi dovrei fidarmi di quello che dice lui ciecamente? Oltre all' avanzamento del mascellare parlava anche di aggiungere dell' osso biologico sulle guance perchè in effetti sono piatte, e questo mi ha fatto pensare che stia trattando la questione un po' troppo dal punto di vista estetico quando a me basterebbe che le due arcate fossero 2 o 3 millimetri più lontane l' una dall' altra per avere la giusta chiusura dei denti... lei che ne pensa di tutto questo?