Utente 258XXX
Buongiorno, da un pò di tempo che mi succede una cosa un pò strana. Ho 30 anni e non ho mai avuto un problema simile prima. Mi succede che quando ho un erezione prolungata inizio a sentire un formicolio alle mani, e l'ultima volta dopo l'eiaculazione il formicolio ha raggiunto un livello di quasi paralisi delle mani e anche della lingua (non riuscivo a pronunciare la "S")!!! ed è durata circa 5 minuti!!!
Confido nel vostro consulto.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, la sua sintomatologia, potrebbe essere dovuta ad un problema di tipo vascolare, come prima cosa le consiglio almeno una vista dal suo medico di base
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

nella fase di eccitazione è prevalente la attività del sistema vegetativo parasimpatico che ha delle connessioni con le strutture ghiandolari cutanee.
Se perdura il fenomeno si faccia vedere dal suo medico
cari saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
i segni ed i sintomi clinci che Lei descrive, abbastanza inusuali direi, meritano una valutazione che sconfina da quella puramente andrologica. Direi che una consulenza internistica sia preminente.
Il fenomeno è interssante, per cui ci tenga informati sempre se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Il sintomo da lei descritto è piuttosto vago e poco orientante, è opportuno che lei si faccia seguire da un urologo al quale possa raccontare in modo più preciso del problema.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il fatto che abbia indirizzato la Sua domanda alla sezione Andrologica a mio modo di vedere non sposta il problema. La valutazione Medico-Internistica di ciò che Lei riferisce dovrebbe precedere quella specialistica. Semmai sarei d'accordo con le ipotesi ventilate nella Sua risposta dal Collega QUARTO.
E' comunque un quesito interessante. Ci tenga informati
Affettuosi auguri
Prof. Giovanni MARTINO