Utente 195XXX
Spett.li dottori, sono una ragazza di 23 anni con un ciclo molto irregolare e una sindrome premestruale che con il tempo è diventata insopportabile. Il mio ginecologo mi ha consigliato di usare l'agnocasto. Così sono andata in erboristeria e mi ha dato l'agnocasto in gocce dicendomi di prenderne 40 gocce per 3 volte al giorno dopo i pasti. Però mi è sorto un dubbio quando nella confezione c'è scritto di non superare le 80 gocce al giorno.Così ho fatto delle ricerche su internet e mi sono confusa ancora di più soprattutto perché alcuni consigliano di assumere l'agnocasto lontano dai pasti, altri prima. Volevo sapere quando è effettivamente utile prendere le gocce e quante. Grazie per la Vostra disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la posologia corretta di un farmaco (anche fitoterapico) è quella indicata nelle istruzioni allegate alla confezione. Eventuali variazioni - in virtù di una azione specifica individuale - può farle soltanto il medico che prescrive il farmaco.
Le differenze riscontrate nella consultazione internet riguardano, probabilmente, preparazioni diverse del fitopreparato: estratto fluido, tintura madre, ecc.
Per favorire un miglior assorbimento del prodotto è preferibile l'assunzione ontano dai pasti; in rare occasioni sono stati riscontrati come effetti indesiderati disturbi gastrointestinali e, in questi casi, è preferibile l'assunzione poco prima de pasti.
Le consiglio pertanto di attenersi a quanto riportato sulla confezione e consultare il suo ginecologo.
Cordiali saluti.