Utente 583XXX
Carissimo dottore, mi rivolgo in particolare a Lei in quanto sono rimasta molto soddisfatta delle Sue risposte agli altri utenti e perchè, essendo di Napoli, se le cose non dovessero migliorare vorrei rivolgermi a Lei per un consulto di persona.
Dopo circa un anno di tentativi anche abbastanza mirati io e mio marito, entrambi ventiseienni, non riuscendo a concepire, abbiamo deciso di effettuare dei controlli.
I miei esami sembrano a posto, mentre mio marito ha eseguito 2 spermiogrammi.
Il primo riporta:
astinenza 3 giorni
conta spermatozoi 8 milioni
motilità percentuale 10
morfologia normale 35
indice di fertilità 5
conclusione: oligoastenoteratozoospermia severa
Dall'esame colturale risulta:
specie batterica isolata n°1: klebsiella pneumoniae

Lo abbiamo ripetuto in un centro specializzato con il seguente responso:

Esame microscopico Negativo
Esame colturale Negativo
Astinenza 5 gg
Aspetto NORMALE
Fluidificazione COMPLETA
Consistenza NORMALE
Volume 5,0 (2,0 - 6,0 mL )
pH 7,8 (7,5 - 8,2 )
Concentrazione spermatica 10,0 (20 - 100 milioni/mL)
Conta totale 50,0 (40 - 600 Milioni/Vol)
Concentrazione spermi mobili 12,00 Milioni/Vol
Cellule rotonde totali 3 milioni/mL
Leucociti 1,0 (< 1 milioni/mL)
Agglutinati ASSENTI (assenti)
Motilità progressiva basale 15 (40 - 100 %)
Motilità progressiva dopo 2 h 10 %
Motilità non progressiva 10 %
Motilità assente 75 %
VCL 48,2 (> 30 u/sec)
LIN 59,9 (> 40 u/sec )
ALH 2,8 (> 3 u/sec )
Test di vitalità (Eosina) 60 (50 - 100 % )
Swelling test 55 (60 - 100 % )
Forme normali 50 (60 - 100 % )
Forme immature 5 %
Forme anomale 45 %
Microcefale 1 %
Macrocefale 3 %
Tapered 14 %
Amorfe 4 %
Angolate 12 %
Collo 10 %
Coda 1 %
Antic. Anti spermatozoi adesi non valutabile 0 - 10 %
FRUTTOSIO 3,0 1,2 - 5,0 mg/mL
CONCLUSIONI : Oligozoospermia severa
CONCLUSIONI 2 Astenozoospermia moderata
CONCLUSIONI 3 Aumento delle forme anomale

Abbiamo consultato l'andrologo il quale gli ha prescritto 15 gg di Levoxacin 500mg 2 cps al giorno e Prostagan 1 cps al giorno per 20 gg
poichè dopo un'accurata visita gli ha trovato la prostata lievemente aumentata di volume.

Nel frattempo ha effettuato l'ecodoppler testicolare:
L'esame dello scroto evidenzia regolare definizione dei piani dartoici.
In entrambi i sacchi scrotali si apprezza lieve idrocele, con caratteri di fluido non corpuscolato ed in assenza di sinerchie tra didimo e vaginale.
La struttura dei didimi è omogenea a destra, lievemente dimosogenea a sinistra per areola ipoecogena di 1,5 mm non vascolarizzata al color doppler, meritevole di controllo nel tempo.
Epididimi in sede, ad ecostruttura omogenea.
Presenza di minima ectasia del plesso pampiniforme di sinistra, in assenza di significativo reflusso nelle profonde inspirazioni con manovra di Valsava.
Regolare il plesso venoso di destra.
Assenza di linfoadenomegalie in atto in sede inguinale bilateralmente.

Gli esami ormonali sono negativi.

Adesso stiamo aspettando domani per poter ripetere spermiogramma e spermiocoltura in un centro specializzato per poter confrontare i risultati dopo la suddetta cura.
Nel frattempo, poichè siamo molto in ansia, Le chiedo quale possa essere la causa di questa alterazione del liquido seminale visto che non ci sono alterazioni evidenti dagli esami efettuati, e come sarà possibile contrastarla. Il mio ginecologo ha detto che visto il volume lievemente aumentato potrebbe trattarsi di prostatite e che semmai non fosse migliorato lo spermiogramma avrebbe potuto assumere dei biostimolanti. Sono preoccupata anche per il lieve idrocele e per l'areola ipoecogena al didimo sinistro, che non so cosa siano.
Nel frattempo ha senso sperare coi tentativi mirati?

Grata per la Sua disponibilità e professionalità Le porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
ieri siamo stati in un centro di biologia della riproduzione per un nuovo spermiogramma con spermiocoltura dopo la suddetta cura ed il risultato è stato confortante:
aspetto bianco opalescente
viscosità normale
ph 8 (7,2-8)
volume ml 6 (>2ml)
n° spermatozoi x 10alla sesta/ml 20 (>20x10alla sesta)
motilità totale 70 (>50%)
rapido progressivo 20 (>25%)
lento progressivo 30
in situ 20
immobili 30
leucociti assenti
cellule germinali assenti
agglutinazioni assenti
forme normali 14 (>14%)
anomalie testa 30
anomalie coda 20
anomalie amorfe 36
trattamento (swim-up)
n° spermatozoi x 16alla sesta recuperati/ml 2
motilità (rapido progressivo) 60
conclusioni:
dai parametri analizzati il liquido seminale risulta essere:
normospermico (lieve astenospermia)
La spermiocoltura sarà pronta martedì.
Adesso con questi parametri sarà possibile concepire o bisogna che, come ci predisse l'andrologo, assuma un biostimolante per aumentarne la quantità?
Sempre grata per la disponibilità e la cordialità.
Ilenia
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,considerando che é trascorso un anno senza che si sia ottenuta una gravidanza,credo che sia indispensabile un inquadramento diagnostico-terapeutico più approfondito.Le consiglio,quindi,di consultare un andrologo esperto nel campo della biologia della riproduzione,in quanto,se é vero che Suo marito non può essere considerato sterile,é anche vero che perdere tempo non é
più ammissibile.Le auguro i miei più sinceri auguri e La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
se è vero che è passato circa un anno senza ottenere una
gravidanza è anche vero che noi tentavamo quando il liquido
seminale era ancora quello che le ho descritto per primo.
Quindi le chiedevo: con i nuovi parametri che le ho inviato
è possibile ottenere una gravidanza? Il liquido seminale è
normospermico? Ha potenzialità fecondanti nella norma?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara Sig.ra Ilenia,il liquido seminale che mi ha inviato é certamente in grado di fecondare,anche se i parametri non sono certamente brillanti e,quindi,non può considerarsi "normospermico".
Il liquido seminale esprime unicamente una potenzialità statistica della capacità fecondante di un uomo,quindi,in definitiva,più gli spermatozoi sono numerosi,si muovono meglio e sono ben conformomati,e più probabile é il risultato positivo in tempi più brevi.Ho la sensazione,però,che,aggrappandoci allo spermiogramma,si possa perdere di vista la coppia,per cui,al fine di risalire alla genesi della dispermia,seguirei i consigli dell'andrologo,approfondendo l'aspetto diagnostico e coordinandosi con il ginecologo al fine di ottimizzare la coppia.
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dr. Izzo,
di seguito Le riporto i risultati di spermiogramma e spermiocoltura fatti in una struttura pubblica specializzata in PMA:

Astinenza 5 gg
Aspetto NORMALE
Fluidificazione COMPLETA
Viscosità NORMALE
Volume 4,0 (2,0 - 6,0 mL )

esame microscopico a fresco (40x)
spermatozoi: rari
cellule della linea spermatogenica: assenti
leucociti:assenti
agglutinazioni: assenti

esame microscopico con camera di makler
Concentrazione spermatica 9,0 (20 - 200 milioni/mL)
Conta totale 36,0 (40 - 600 Milioni/Vol)
Motilità alla prima ora
tipo A progressiva rapida 35 (>25)
tipo B progressiva lenta 15 (>50 a+b)
tipo C non progressiva 10
tipo D immobili 40

esame morfologico
Forme normali 30

CONCLUSIONI : oligoastenospermia

esame microscopico per immunofluorescenza su sperma
chlamydia positivo

spermiocoltura
micoplasma e ureaplasma negativi

Quindi dopo 2 andrologi ho dovuto scoprire da sola l'infezione da Chlamydia autoprescrivendoci una spermiocoltura completa.
Adesso vorrei chiederle, prima della visita con l'ennesimo andrologo la settimana prossima, e visto che in passato (come può evincere dai vecchi spermiogrammi postati sopra) dopo una cura con Levoxacin il liquido seminale migliorò (ma purtroppo la terapia antibiotica non fu estesa anche a me e quindi c'è stato il famoso effetto ping pong), è possibile che sia l'infezione ad aver alterato il liquido seminale? Quando l'andrologo parlò di prostatite, si trattava quindi di una prostatite batterica? Come ci si comporta in questi casi? E' difficile da debellare? Riusciremo ad ottenere una gravidanza o i danni possono essere stati irreparabili? Per fortuna alla fertiloscopia le mie tube erano pervie, ma risultò anche una notevole infezione curata con Bassado e Gentalyn, inutile purtroppo e sicuramente da rifare visto che poi non ci siamo astenuti dai rapporti non sapendo che anche mio marito ne era affetto. Ho tanta paura che a causa della fertiloscopia l'infezione possa essere risalita alle tube...è possibile nonostante la terapia antibiotica? Fino alla prescrizione della terapia è meglio non avere rapporti a rischio per un'eventuale (anche se improbabile)gravidanza vista la chlamydia?
La ringrazio di vero cuore.
Ilenia
[#6] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Izzo, poichè stiamo contando di venire a visita da Lei dopo la fine dell'ennesima cura antibiotica per Clamidia, volevo chiederle se è preferibile che la ricerca del germe venga fatta su tampone uretrale come fatto finora oppure è preferibile un altro metodo e semmai la Clamidia fosse ancora presente se è il caso di ripetere ugualmente lo spermogramma (l'ultimo risale ad ottobre, prima delle terapie antibiotiche, ed era disastroso). Le rammento che mio marito ha una prostatite da Clamidia curata una volta solo come prostatite (in quanto non si era ancora a conoscenza della Clamidia) con Levoxacin, dopo il quale il liquido seminale è notevolmente migliorato tanto da riportare i parametri nella norma, e poi con 2 cicli di Bassado quando abbiamo scoperto la Clamidia (ed il liquido seminale di nuovo peggiorato) e adesso in cura con 14 gg di Levoxacin e 14 di Bassado. Siamo stanchi di medici superficiali che non ci hanno mai permesso di "definire" precisamente nè la patologia nè la sua terapia e che ci hanno fatto rimpallare la Clamidia dall'uno all'altro (per fortuna io l'ho debellata prima che potesse far danni, ho fatto una fertiloscopia e le tube sono libere).
Attendo una Sua risposta in attesa di vederla non appena mio marito avrà terminato la terapia antibiotica ed abbia eseguito gli esami che Lei ci indicherà.
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara Signora,non credo che la clamidia possa dar luogo ad uno spermiogramma cosi' deficitario.Le consiglio,pero',di astenersi da valutazioni virtuali e di seguire unicamente le indicazioni fornite da uno specialista reale.Mi chiedo se Suo marito abbia mai ricercato la clamidia con la PCR. Cordialita'.
[#8] dopo  
Utente 583XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
mille grazie per la Sua celere risposta. Di andrologi "reali" ne abbiamo visti 3 finora, ma tutti senza conclusioni. L'ultimo, come le dicevo, ha pensato di riprendere la terapia con Levoxacin visto che aveva dato risultati molto positivi sul liquido seminale, e di proseguire poi col Bassado per la Clamidia. Finora abbiamo riscontrato la Clamidia su tampone uretrale e su sperma (col metodo dell'immunofluorescenza, Lei ci consiglia quindi la PCR su urine? Ed eventualmente dove potremmo farla a Napoli? Ancora grazie.