Utente 248XXX
Salve. Scrivo perchè da mesi convivo con alcuni sintomi a cui non sono riuscita a trovare una risposta. Inizio con il dire che sono una ragazza di 21 anni, fumatrice e pratico sport per 3 volte alla settimana regolarmente. Tutto è iniziato a Gennaio con improvvisa comparsa di tachicardia, spaventata sono andata dal caridologo che dopo avermi visitata e avermi fatto elettrocardiogramma e ecocardiogramma mi ha detto che il mio cuore è in perfette condizioni (questo succedeva nel mese di febbraio). Successivamente alla tachicardia sono comparsi sintomi quali: mal di schiena nella parte alta, tra le scapole; dolore al petto; dolore più intenso al petto quando inspiravo. A questo punto mi sono rivolta al mio medico di base che mi ha detto che poteva trattarsi di reflusso gastroesofageo. Mi ha prescritto una cura che però non ha dato nessun miglioramento e dopo essere tornata da lui mi ha prescritto una gastroscopia per escludere il reflusso. Dalla gastroscopia infatti non è risultato niente se non una gastrite. (questo succedeva nel mese di maggio). I miei sintomi continuano. Io pratico calcio a 5 femminile, dopo gli allenamenti i miei sintomi non peggiorano mentre dopo le partite, dove evidentemente sono più tesa e ansionsa, i sintomi peggiorano con un forte dolore toracico e alla schiena che non dimuisce in fase di riposo e che a volte si irradia anche al collo, alla mandibola e alle orecchie. Sono tornata dal mio medico che visto questo sintomo del dolore toracico in fase di inspirazione mi ha detto di fare un RX al torace. Ma anche da quest'ultima analisi non è risultato niente. Stamattina ci sono tornata e mi ha detto che evidentemente a questo punto si tratta dei muscoli tensivi. Mi ha prescritto BRUFEN 800 mg da prendere dopo i pasti due insieme.. Secondo lei la diagnosi del mio medico stavolta potrebbe essere giusta? O dovrei fare qualche altra visita? La ringrazio anticipatamente.. questa condizione di malessere mi sta rovinando la vita.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la negatività degli esami fatti è sicuramente un dato positivo e confortante,
lei dice
<<dolore più intenso al petto quando inspiravo>>
pertanto è plausibile ipotizzare un dolore di parete (ovvero della gabbia toracica) legato ad una mialgia toracica, magari legata alla sua attività sportiva.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Salve, mi scusi se mi rivolgo ancora qui ma il mio medico non sa darmi una risposta
i miei disturbi continuano. vado più nello specifico: dolore intenso che mi prende tutta la fascia sotto il seno, sotto le ascelle e alla schiena.quando mi sdraio a pancia in sopra sento un peso sul petto, se mi giro a pancia in sotto il peso scompare.
il dolore a volte arriva fino alla gola, mandibola e orecchie. Questi dolori compaiono 1-2 ore dopo aver fatto esercizio fisico e permangono per 2-3 ore, a volte anche di più. migliorano leggermente con il riposo. ho fastidi anche quando non faccio sport, con dolore quando inspiro e faccio grandi respiri e uno strano mal di gola (non mi brucia,è più come il dolore che provo al torace). Per favore sa aiutarmi? Comincio ad avere paura. potrebbe trattarsi di angina pectoris nonostante la mia età?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non mi sembra un dolore anginoso.

Poichè dice
<<Comincio ad avere paura>>,
credo sia opportuno che lei esegua una visita cardiologica che le restituisca la serenità persa.

Saluti