Utente 256XXX
Buongiorno,
mi presento, mi chiamo Andrea, sono un ragazzo di 18 anni e vi scrivo per un "problema" che ho riscontrato all'altezza del collo, precisamente subito dietro al muscolo sternocleidomastoideo e circa 3/4cm sopra la clavicola destra, ho notato da circa 4/5 giorni (ma forse è li da un po' di più) un "rigonfiamento" di 2/3cm (al tatto mi sembra un linfonodo, sentendo il "taglio" centrale) ora, premetto che scrivo non tanto per una mia personale paura, quanto per rassicurare mia mamma, lei si che è veramente ipocondriaca, e dopo aver letto su internet, vi lascio immaginare a quali conclusioni è giunta (piccolo aneddoto, mi era venuta una lieve forma di disidrosi ai lati delle dita e panico anche li quasi obbligandomi ad andare dal medico...)
Comunque, tornando al problema, ho questo linfonodo un po' ingrossato, al tatto sembrerebbe "duro" ma non so con quale metro di giudizio viene classificato duro o molle, e mi sembra mobile, ma anche per questo vale la stessa cosa di prima...
Ora, considerando che 3 giorni fa mi sono preso una bella insolazione con relativa febbre a 38.5 (soppressa con una compressa di tachipirina), tendo spesso a "scrocchiare" il collo piegando la testa a destra e sinistra, mi fa un po' male la gola (da quel lato) quando deglutisco (credo di avere la zona un po' infiammata) e dato anche il fatto che lavoro in un ufficio tenuto ad una temperatura bassissima (non da me, ovviamente) con la bocchetta dell'aria condizionata che mi picchia proprio sopra il collo (infatti ho anche un leggero torcicollo). Secondo me quindi l'ingrossamento del linfonodo è dovuto a questo e nient'altro, chiedo la vostra opinione sul fatto se sia necessaria comunque una visita di controllo dal medico di famiglia.
Vi ringrazio per l'attenzione, sperando di non passare per l'ennesimo "fobico del linfonodo" (ho letto varie consultazioni qui sul sito e vi capirei), cordiali saluti,
Andrea

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' molto probabile che anche Lei sia, lo scrive Lei, da quanto espone un "fobico del linfonodo"

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

Siamo pieni di "fobici del linfonodo" soprattutto se si consulta Internet.

http://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/287685/Linfonodo-collo

Amico, per tranquillizzarla definitivamente occorre una visita e pertanto coinvolgerei il suo curante
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Lo sospettavo, vedrò di prendere un cavolo di appuntamento dal medico di famiglia e speriamo che almeno lei riesca a tranquillizzare mia madre...
La ringrazio per l'attenzione e per la risposta e mi scuso per il disturbo
Buona giornata