Utente 256XXX
premetto che sono un tipo molto ansioso e penso sempre al peggio (cancro ecc.).
sono quasi tre mesi che avverto un dolore se appoggio il sedere in posizioni molto particolari, punto molto specifico, leggermente sopra al lato desto del coccige.
esempio: se mi siedo sul letto infilando la calza sinistra appoggio il sedere in quel punto e da dolorino.
una volta schiacciata la parte, rimane indolenzita e il dolore lo sento ogni volta che irrigidisco i muscoli in quel punto (contrazioni particolari delle natiche). come se fosse un dolore "muscolare".
non sento tuttavia il dolore premendo manualmente sulla parte della natica che mi fa male a sedermici sopra. "a mano", riesco solo a riprodurre il dolore "tirando" a mano la pelle a destra e a sinistra (scusate non riesco a trovare parole precise). un altro esempio: se mi siedo su un sedile morbido, tipo in auto, e mi allungo trascinando il sedere in avanti, la pelle "tira" in direnzione della schiena e risento il dolorino.
se non "pastrocchio" quel punto toccando/tirando ripetutamente o evito di sedermi nelle posizioni specifiche che mi creano il dolorino (sottolineo che non e niente di particolare e decisamente sopportabile), il dolore dopo qualche giorno scompare e protrei esserne praticamente indifferente.
al tatto non sento nessuna protuberanza. direi che il dolore è superficiale, ma non ne sono cosi sicuro(potrebbe essere piu profondo che sottopelle?)
sono stato dal mio medico generico che al tatto non sente decisamente niente, ha tastato bene tutta la natica, ha trovato l'ano normalissimo, mi ha chiesto se ho sangue nelle feci e non ne ho.
essendo ansioso ho guardato in internet e ho scoperto che tumori in zona sono rarissimi. puo esserci il cordoma, tumore dell'osso del coccige / colonna vertebrale, rarissimo. ho detto questo al mio medico generico e lui mi ha detto che non puo essere quello dicendomi anche che non ho ghiandole ingrossate nella zona delle natiche che potrebbero indurre a pensare che ci sia qualcosa di strano.
mi ha fatto prendere per una settimana un antiinfiammatorio specifico per lesioni sportive (non ricordo il ome ora) dicendo di non toccarmi e vedere come andava. io ho fatto cosi e (come in passato) dopo qualche giorno se non insisto sulla parte non sento niente. pero' ecco dinuovo l'ansia, dopo 10 giorni ho provato a sedermi "come so io" ed ecco di nuovo il dolorino netto, preciso e relativo susseguente indolenzimento che mi persiste da stamattina.
il dottore non e decsamente preoccupato. ora il dottore dice di non fare esami (ecografia/radiografia) di aspettare altri 15gg e vedere, di non fare sport che insistono su quella parte tipo corsa (che io praticavo nel recente passato) ma fare solo nuoto. io pero dopo stamattina sono dinuovo ansiosissimo.
attendo cosigli ma non so se questo e il porto giusto per scrivere, nel caso potete indirizzarmi..
grazie
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

potrebbe trattarsi di una coggigodinia,missia di dolore gravativo in sede ano-perianale e coccigea, prevalentemente accentuato dalla posizione assisa.

Una visita proctologica potrà mettere in evidenza all'esplorazione rettale una contrattura dei muscoli ileo-coccigei e una ipermobilità dell'articolazione sacro-coccigea. Accertament: Rx colonna lombo-sacro-coccigea in due proiezioni, Tac e/o RMN per ricerca artrosi o protrusione discale L5-S1.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio Dottore.

grazie per la risposta. preciso che ho 34 anni.

un piccolo aggiornamento: sono stato al parco e mi sono seduto su una panchina dura. ho fatto una prova "finale", ero con la mia ragazza ci siamo abbracciati e portando lei portando il suo peso su di me ha fatto si che schiacciassi decisamente la parte interessata, che mi ha dato un dolore più significativo,del solito, per carità niente di insopportabile ma decisamente forte. Per un paio di giorni mi ha fatto male piu del solito, in particolare dopo una sessione di nuoto il giorno dopo. dolore anche a sedermi in macchina, oltre al dolore sentito se contraggo i muscoli del sedere.
come sempre, nessun dolore a camminare o da sdraiato o nel sonno.
e come sempre accaduto in questi mesi, se non insisto sulla parte in questione il dolore a poco poco scompare in qualche giorno anche in questo caso che ho "schiacciato" piu del solito.

tuttavia preso dall'ansia sono andato da un ulteriore medico, il mio della mutua.. (l'altro era il mio medico storico... a cui mi ero rivolto per fare piu in fretta).

Anche lui dopo avermi tastato le natiche, il coccige e fatto fare qualche movimento con le gambe (nessun dolore per me) mi ha detto di tranquillizzarmi, secondo lui è un problema di un qualche osso che schiaccia un nervo visto che il dolore e fortemente localizzato. mi ha prescritto le lastre che anche Lei ha consigliato ora. Ovviamente lo ho tempestato di domande sul cancro ecc... lui ha escluso di getto, e mi dice se fosse un cancro all'osso farebbe parecchio male anche da fermo io invece ho dolore solo da schiacciamento. non era minimamente preoccupato e lo ha escluso da subito.

ho fatto la lastra (praticamente le due che indica anche lei) ieri e ce l'avrò mercoledì con referto.
il tecnico radiologo non ha visto niente di strano (no fratture in particolare), mi ha chiesto piu volte se avessi avuto traumi recenti e la risposta è no.
essendo ansioso faccio sempre la domanda diretta sul cancro, il tecnico ha risposto immediatamente "ma noooo...." e un sorriso.

nonostante due dottori su due mi abbiamo tranquillizzato, ed anche il tecnico parzialmente, e ora aggiungo il Suo feedback, sono lo stesso teso..sono angosciato dal cancro..
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è il cancro che bisogna escludere,ma un processo infiammatorio a carico del coccige. Qualcuno dei medici che l'ha visitata ha effettuato almeno un'esplorazione rettale ?

[#4] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
il primo medico ha guardato l'ano ma esteriormente, non ha tastato in profondità.
Vedo che insiste su questo tipo di visita quindi ne parlero anche con il mio medico al momento dell'esame della lastra

Scusi l'insistenza ma serve a me per tranquillizzarmi, mi spiegherebbe perfavore il motivo per il quale esclude il cancro a priori?

grazie in anticipo,

cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Perché se il dolore fosse dato da un cancro allora si tratterebbe di un tumore all'ultimo stadio ..... E non mi sembra il suo caso.


[#6] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
ops... con questa risposta non mi ha proprio tranquillizzato... in ogni caso smetto di domandare perchè potrei risultare paranoico!

grazie per le Sue risposte fino ad ora
[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di niente, si figuri.