Utente 243XXX
Gentili dottori, sono un 46 enne, fumatore (circa 30 al di), ma podista (effettuo, circa due volte alla settimana, un'ora di corsa campestre a ritmo amatoriale) pur non soffrendo d'asma in modo conclamato ma accusando, a fasi alterne, da circa 20 giorni, una sorta di sintomatologia da respiro corto (necessità di prendere il respiro a bocca aperta , più volte nell'arco di pochi minuti, in vari momenti della giornata ma NON durante l'attività sportiva), dopo aver eseguito una rx torace, una spiromatria, una visita pneumologica ed una misurazione dell'ossigeno nel sangue (97%), tutte con esito negativo, (a parte un'ostruzione di tipo molto lieve, emersa dalla spirometria) ho eseguito, presso due cardiologi diversi, elettrocardiogramma (negativo) ed ecocolordoppler (negativo). Il primo, per la mia sintomatologia, mi ha prescritto ALIFLUS 25/125, un puff mattina e sera. L'altro, invece, FLUSPIRAL 125, un puff mattina e sera. Allora ecco le mie due domande: Secondo voi, quale dei due farmaci può essere più indicato e, soprattutto, possono procurarmi tachicardia ? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non ho ben capito se i farmaci sono stati prescritti dallo pneumologo o dai cardiologi.
Nel primo caso non entro nel merito e dovrebbe chiedere spiegazioni al collega che ha fatto la prescrizione. Nel secondo caso nutro delle riserve...
L'Alifluss è un'associazione di 2 molecole che hanno lo scopo di dilatare i bronchi (ma possono avere effetti indesiderati, come la tachicardia per azione betastimolante, tralaltro una delle 2 molecole è un cortisonico e può presentare altri effetti collaterali importanti se abusato);
Il Fluspiral, invece, è Fluticasone, una molecola utilizzata per il trattamento dell'asma brochiale che è la difficoltà respiratoria secondaria a una forma allergica....
Ma la diagnosi è stata correttamente formulata ? E da chi, dallo specialista pneumologo o dai cardiologi ?
Non sarebbe meglio smettere di fumare che tralaltro è decisamente incompatibile con l'attività di podista (...oltre che un "non sense") ?
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore, entrambi gli specialisti (pneumologi e cardiologi) non hanno formulato una precisa diagnosi di asma bronchiale, ne, tantomeno, di allergia. Lo pneumologo esclude che questa leggera ostruzione possa essere all'origine del mio disturbo. Entrambi i cardiologi escludono che vi siano patologie cardiovascolari. Purtuttavia (i cardiologi), in via forse cautelativa (presumo) mi hanno prescritto uno il Fluspiral e l'altro l'Alifluss, probabilmente per attenuarmi i sintomi di difficoltà respiratoria. Allora ecco il motivo della mia domanda per sapere quale dei due farmaci poteva darmi i minori effetti collaterali possibili. D'altro canto, considerato che, al momento non riesco proprio a smettere di fumare, anche perchè sto attraversando un periodo di grande stress, in un modo o nell'altro spero di avere, grazie ai farmaci, ina diminuzione sensibile del sintomo. ma a questo punto, cosa mi consiglia? Fluspiral o Alifluss ? spero tanto in una sua cortese risposta e scusi ancora il disturbo.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' un modo di operare che non mi appartiene e non condivido. Senza una diagnosi corretta non può e non deve essere prescritta terapia, a mio giudizio, perchè oltretutto non porterebbe ad alcun risultato positivo.
Occorre quindi prima sapere che cosa bisogna colpire, per poi prendere la mira e "sparare" con precisione (metaforicamente parlando).
Per quanto riguarda il fumo non può pensare di "avere moglie ubriaca e botte piena"....
"Intelligenti pauca" .... ossia da buon intenditori poche parole....
Saluti