Utente 174XXX
Gentili Signori Medici,
entro qualche giorno ho in programma un intervento in regime di day surgery per la correzione di un'ernia ombelicale (piccolissima, stimata attorno ai 3-4 millimetri). La tecnica - secondo il chirurgo - prevede l'inserimento di una retina contenitiva. Avrei la necessità di rientrare in ufficio prima possibile dopo l'operazione. Preciso che lavoro in ufficio senza alcuno sforzo fisico e che per raggiungere l'ufficio e tornare a casa faccio 170 km al giorno. Preciso infine che l'anestesia prescelta è quella locale. Pur con i limiti di un consulto a distanza, sarebbe possibile avere un'indicazione di massima sui tempi di rientro in ufficio? Vi ringrazio moltissimo per la cortesia e per lo splendido servizio che rendete agli utenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Una settimana
[#2] dopo  
Dr. Gian Luigi Zigiotti
36% attività
0% attualità
8% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
il decorso postoperatorio è strettamente legato all’intervento chirurgico che verrà eseguito, quindi la cosa migliore è che lei ne parli con il chirurgo, prima dell’intervento stesso o meglio al momento della firma del consenso informato. L’intervento chirurgico, anche se di piccola entità e in anestesia locale, potrebbe sempre richiedere dei passi aggiuntivi, non programmati. Un intervento chirurgico, inoltre, può sempre rappresentare uno stress per il paziente. Il mio consiglio è che lei pianifichi alcuni giorni di convalescenza, per superare il decorso postoperatorio nelle migliori condizioni.
Cordiali saluti,
[#3] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Medici,
vi ringrazio moltissimo per le risposte. Naturalmente ne parlerò col chirurgo al momento della visita e, in ogni caso, terrò, quale riferimento per il rientro in ufficio, il periodo (ragionevole) di una settimana lavorativa.
I più cordiali saluti,
[#4] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Signori Medici,
ho, in effetti, subito l'intervento di ernioplastica ombelicale da qualche giorni (in regime di anestesia locale) e sono in perfette condizioni: dolore lieve e sopportabile, nessun particolare fastidio, neanche a deambulare o eseguire movimenti di riutine (evitando tutti gli sforzi).
Ho solo una perplessità: il chirurgo che ha effettuato l'intervento, confermate le dimensioni estremamente contenute del difetto (circa 0,5 cm), ha optato per la tecnica tradizionale della suturazione, in luogo della tecnica con "plug" interno, che avrebbe richiesto un'ulteriore incisione ad hoc per favorire l'inserimento della retina. Leggendo - da completo profano - articoli qua e la, mi chiedo se la tecnica prescelta sia la migliore per il caso concreto (considerando le ridotte dimensioni dell'ernia) e se mi esponga a rischi di recidiva.
Vi rigrazio moltissimo per la disponibilità e gentilezza.
Cari saluti,
[#5] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,le dimensioni contenute e le le buone condizioni degli strati parietali(in particolare la fascia muscolare),hanno fatto preferire al chirurgo la riparazione diretta.
Credo sia questo il motivo ma del resto è una domanda che può porre all'operatore.
Saluti ed auguri