Utente 256XXX
Salve a tutti mi sono iscritto al forums sperando di avere delle buone risposte. Io soffro di eiaculazione precoce praticamente da sempre. Mi sapreste dire se usando il Cialis 10 MG (Che ho già comprato) Posso risolvere in parte questo mio problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

chi le ha prescritto questo farmaco?

Detto questo devo poi dirle che il prodotto da lei indicato non nasce con questa indicazione terapeutica ma per migliorare soprattutto l'evento erettivo; l'indicazione da lei sollevata è particolare e corretta solo per alcune particolari situazioni cliniche.

Ora senta o risenta in diretta il suo andrologo di fiducia, se presente.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la sua risposta. Mi ha prescritto questo medicinale il mio medico di famiglia. Ma dato che questo medicinale aiuta ad essere più "attivi" non mi potrebbe essere lo stesso di aiuto?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il mio consiglio: senza una precisa diagnosi e soprattutto alla sua età, non si pasticci e senta in diretta un esperto andrologo.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
la prima tappa è sicuramete una diagnosi clinica di tipo andrologico, poi si valuteranno gli approcci terapeutici più consoni alla sua storia clinica, sessuale e relazionale.
Alla sua giovane età un approccio globale che affronti tutte le variabili correlate all'e.p, credo sia d'obbligo.
E’ indispensabile,ai fini diagnostici,investigare il tempo oggettivo dell’eiaculazione ,il tempo di latenza dell’eiaculazione intra-vaginale( due o tre spinte o,fuori dall’ambito vaginale),l’esperienza soggettiva della capacità di controllo,di soddisfazione del paziente e della partner e la variabile associata alla preoccupazione ed ansia ed alle dinamiche della relazione in cui si manifesta( cioè alla sua coppia).
Per quanto riguarda le cause, in ambito sessuologico, si parla di "multifattorialità" ,vi sono diverse cause,a vari livelli(personali,di coppia,iatrogeni, da cattivo apprendimento sessuale,generali,psicologici,intrapsichici),che interagendo tra di loro,producono e mantengono il disturbo clinico.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.