Utente 589XXX
Buongiorno sono una ragazza di 33 anni vorrei chiedere un aiuto per la mia sudorazione eccessiva .Sia d'estate che di inverno sudo tantissimo nella zona delle ascelle e le maglie si bagnano in modo vergognoso .Devo ammettere che non uso tessuti traspiranti ma la maggior parte degli abiti è sintetica.In inverno non sopporto i maglioni di lana sulla pelle e preferisco indossare sotto delle maglie ,apparentemente di cotone.Voglio sottolineare che ho anche un ipersensibilità ai tessuti , certi non riesco a sopportarli e sopratutto mi irritano tutte le etichette presenti sul collo o nei fianchi delle maglie.Questa mia sudorazione eccessiva porta ovviamente anche uno sgradevole odore,ho provato vari deodoranti ,come quelli comunemente in commercio e quindi che non costano molto:DOVE INFASIL BOROTALCO NIVEA etc etc.Poi mi hanno parlato dell'allume di potassio ,una pietra bianca molto economica ed efficacissima .L'ho provata ma come gli altri deodoranti dopo un po' mi irritano la zona e decido di cambiare prodotto.Premetto sono un soggetto allergico (parietaria ,graminacee,acari della polvere)e da quattro mesi assumo la pillola anticoncezionale"mercilon". Potete aiutarmi a risolvere questo fastidioso problema,vi ringrazio anticipatamente.Arrivederci

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La risposta alla sua domanda, rientra in un capitolo innovativo e rivoluzionario nell'ambito di questa patologia (iperidrosi) veramente invalidante e limitante per chi ne soffre i rapporti sociali e relazionali:

tale capitolo è relativo all'impiego della "TOSSINA BOTULINICA" ad oggi validata per la patologia in oggetto anche dal Ministero della Salute:

l'approccio a tale dispositivo medico deve essere affidato eslcusivamente alle mani del Medico esperto, (il dermatologo è la figura di riferimento): essa si basa sulla microiniezione previa apposizione di crema anestetica locale di questa sostanza, la quale è in grado, bloccando i recettori per l'acetilcolina (un neuromediatore che è modulanto ANCHE dallo stress psicologico) e causando un bolocco della produzione e dell'ipertrofia delle ghiandolo sudoripare eccrine, laddove viene impiegata (cavi ascellari, regioni palmo-plantari).

le consiglio, per tale ragione di farsi visitare da un dermatologo che potrà illustrare i principi e gli effetti principali di questo farmaco innovativo.

Esistono altri approcci, come la ionoforesi, che possono e debbono essere tentati per poter accedere al protocollo della tossina botulinica: ovviamente stiamo parlando di effetti molto più blandi e temporanei rispetto al farmaco illustratole (una seduta dura attorno ai 6-8 mesi e solitamente si oserva una progressiva riduzione della sudorazione nel tempo anche dopo la fine degli effetti, per diversi motivi patogenetici)

cari saluti