Utente 126XXX
Salve,
da quando avevo 14 anni, ho più o meno frequentemente(da 1 volta al giorno ad 1 volta a settimana) usato la masturbazione come fonte di piacere (la maggior parte delle volte con l'ausilio di video porno).
Quattro anni fa, ebbi 2-3 rapporti sessuali con una ragazza(avendo una normale erezione, che mi permise quindi la penetrazione) ma nonostante questo, non riuscì a raggiungere nessuna volta l'orgasmo.
C'è da dire che non vi era una forte attrazione da parte mia nei suoi confronti e sopratutto, durante il rapporto capitava spesso di dover interrompere per aver sentito un rumore, una porta chiudersi, una macchina posteggiarsi, un telefono squillare etc etc... Quindi vi era un'ansia/paura quasi costante di essere "scoperti"(anche perché, lo facevamo da lei).
Dopo quei rapporti, ho avuto modo di fare sesso solamente con me stesso(anche perché con le poche ragazze che ho conosciuto sono arrivato soltanto ad un livello di conoscenza o di amicizia.).

In queste settimane ho letto degli interessantissimi articoli come...
Dr.ssa Flavia Massaro> http://www.medicitalia.it/fmassaro/news/1616/Il-porno-causa-disfunzioni-sessuali

Dr.Giuseppe Santoncito> http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1137-deficit-erettile-mancanza-desiderio-dannosa-pornografia-online.html

e molti altri, che mi hanno portato a fare diverse riflessioni e ad avere alcuni dubbi/preoccupazioni:

1. Quattro anni fa, non raggiunsi l'orgasmo per i motivi spiegati in questi articoli?
2. Il fattore "problema organico" lo escluderei per diversi motivi:
2.1 Dieci anni fa feci la visita per il varicocele, venni operato e risolsi il problema. Due mesi fa, ho fatto un ecodoppler testicolare di controllo e non è stata riscontrata alcuna anomalia.
2.2. Normalmente, ad esempio la mattina, mi sveglio sempre con un'erezione, quindi le erezioni "naturali" avvengono. Se avessi un problema d'erezione, il pene non dovrebbe essere sempre a riposo o bisogna comunque valutare l'intensità dell'erezione(quando questa avviene)?
2.3. Quando mi masturbavo(più avanti spiegherò il perché uso il verbo al passato), il pene raggiungeva una erezione completa.
3. La correlazione Porno->Stimolo->Dopamina->Calo del desiderio mi ha fatto capire i reali danni che la pornografia o la masturbazione possono arrecare, soprattutto alla propria psiche(bisogno di stimoli sempre maggiori, modelli estetici sbagliati etc etc...).
Quindi, ho deciso che da oggi in poi, farò sesso(se ne avrò l'opportunità) solo con una ragazza vera.
6. Sono in tempo per recuperare oppure ho già arrecato danni non recuperabili? L'astinenza porterà il mio cervello a "resettarsi" e quindi ad avere bisogno di "stimoli normali" per far partire il meccanismo dell'eccitazione->erezione?

Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare che lei stia peccando di un certa non so qual "maccinosità", e con una accentuata propensione all' autodiagnosi, che poi nastubazione e pornografia arrechino danni, attraverso assi dopamineregici le garantisco chye metà della popolazione italiana sarebbe in sala rianimazione.
Quindi visto che i suo problemi possono essere di origine prostatica, ormonale o psicologica (probabile ma non certa), senta collega collega dal vivo, giri poco per internet senta quello che dice, e poi vediamo.-
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta. Non volevo passare per il solito "cerca risposte in rete", è solo mia abitudine documentarmi. Come è mia abitudine andare dai medici.

Entro un mese, vedrò di andare da un andrologo e le scriverò dopo la visita.

In ogni caso, le mie riflessioni soprascritte, sono totalmente errate o hanno un loro fondamento?

Grazie ancora, a risentirci.
[#3] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
confermo quanto già espresso dal Collega Cavallini: le auto-diagnosi non hanno mai funzionato molto, per cui visita dall'andrologo e poi se ne riparla.

Inoltre mi sembra di leggere una certa rigidità nel Suo modo sia di descrivere che di impostare la sessualità.

Certo, Lei può decidere di non masturbarsi mai più, fino a quando troverà una ragazza, ma onestamente questa mi sembra una posizione piuttosto rigida, che non fa tanto bene alla sessualità. Di questo passo, quando un domani avrà la ragazza, quante altre cose deciderà in tema di sessualità?

"Non volevo passare per il solito "cerca risposte in rete", è solo mia abitudine documentarmi"

Su internet ci si orienta, ma da qui a documentarsi ne passa, soprattutto in tema di sessualità. Ad esempio: mettiamo che la prossima donna disposta a venire a letto con Lei arrivi tra un paio di anni. Ebbene, tutto questo tempo può avere effetti negativi oppure no a livello uro-genitale?

Cerchi di vivere più serenamente la sessualità e la masturbazione, lasci fuori dalla porta tutti questi schemi, e vedrà che se, come crede, non vi sono problemi medici la sessualità ripartirà benissimo in futuro.
[#4] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Dr. Daniel Bulla, la ringrazio per il suo prezioso contributo.

<<Su internet ci si orienta, ma da qui a documentarsi ne passa, soprattutto in tema di sessualità. >>

Ha perfettamente ragione. E' facile illudersi di capire o "documentarsi" quando in realtà ci si sta solo orientando e spesso confondendo ulteriormente le idee.

<<Inoltre mi sembra di leggere una certa rigidità nel Suo modo sia di descrivere che di impostare la sessualità.>>

Sì, diciamo che sono un tipo che riesce a passare facilmente dal bianco al nero, ma non penso di essere rigido(almeno nel senso che presumo voglia intendere lei).
Non mi interessa avere ragione o portare avanti testardamente le proprie idee senza fermarmi mai un attimo a pensare: ma ho fatto la scelta giusta? E' corretto ciò che penso? etc etc...
Se capisco(o mi fanno capire, come ha lei gentilmente fatto) di aver commesso uno o più errori di ragionamento, sono il primo a rivalutare le proprie scelte.

<<Certo, Lei può decidere di non masturbarsi mai più, fino a quando troverà una ragazza,... ... mettiamo che la prossima donna disposta a venire a letto con Lei arrivi tra un paio di anni. Ebbene, tutto questo tempo può avere effetti negativi oppure no a livello uro-genitale? >>

Questo lo dovrei chiedere ad un urologo o andrologo. Su questo punto dovrebbero mettersi d'accordo i medici. Perché alcuni sono critici nei confronti del sesso solitario altri no.
A chi dare ragione?

Grazie mille!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E' assolutamente peregrino e fuorviante validare o meno ipotesi senza supporto clòinico, personalmente non mi ci avventuro. Ricordi che esiste il malato non la malattia.
[#6] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Come anticipato, sono andato dall'andrologo ;)
Oltre alla visita "manuale", mi è stata fatta un'ecografia.
Non vi è più varicocele, quindi l'operazione di 10 anni fa, è andata a buon fine. Sono presenti soltanto due piccolissime cisti di poca rilevanza ed un lievissimo accumulo di liquido(idrocele) che però, mi ha precisato, può benissimo non dare alcun problema. ma giustamente sarebbe meglio fare una visita di controllo(non nell'immediato, ma tra 1-2 anni) per verificare eventuali evoluzioni.
Ho avuto modo di fare molte domande e di avere risposte esaustive. Mi è servito per chiarirmi le idee, conoscere il mio nuovo(primo) andrologo e soprattutto per togliermi eventuali preoccupazioni, come ad esempio quella dell'episodio di "mancato orgasmo".

Grazie a tutti per la disponibilità, i consigli e la professionalità.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh mi èpare che le cose vadano.
[#8] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Ottimo, grazie a Lei di averci scritto