Utente 226XXX
Buongiorno, 2 giorni fa ho avuto un attacco di febbre con mal di gola.
La febbre è passata in 1-2 giorni ed è arrivata al massimo a 39 ma con la tachipirina è scesa subito.
Da ieri però è continuato il mal di gola ma diverso dal solito infatti quando sono andato per vedere cosa avessi nella gola ed avevo 2-3 afte bianche...tra l'altro io avevo già avuto queste afte un anno fa circa e le avevo curate mettendo del Corti-Fluoral che mi aveva dato un dottore dove ero andato e devo dire che dopo una settimana era passato tutto.
Ieri sera però ho notato che le afte sono aumentate di parecchio nella gola e mi sono spuntate anche 2 bollicine piccole piccole che pizzicano nella lingua.
L'emergenza è questa: io domani andrò dal dottore per farmi visitare e vedere se è effettivamente stomatite...nel frattempo però io ieri a pranzo e a cena sono riuscito a mal pena a mangiare una mozzarella, quindi io volevo chiedere se c'è qualcosa che possa farmi diminuire questo dolore davvero molto forte che anche quando deglutisco fa molto male.
Io nella mia ignoranza ho fatto dei gargarismi con lo Iodosan ma più di questo non so che fare anche perchè il dolore rimane comunque lo stesso.
Quindi c'è qualcosa che mi possa calmare questo dolore oggi per farmi mangiare qualcosa? o magari c'è qualcosa che io possa mangiare senza sentire un dolore atroce? grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
è certamente necessaria una visita medica anche per capire l'origine dello stato febbrile, cioè se dovuta ad una banale infezione delle vie aeree o, per esempio, considerando l'aumentare delle afte e l'interessamente anche dalla lingua, di una gengivo-stomatite erpetica pimaria, soprattutto se Lei non ha mai avuto in passato episodi riconducibili ad una pregressa infezione erpetica come per esempio la tipica lesione labiale.
Il consiglio è l'uso di un collutorio a base di clorexidina che aiuterà a mentenere disinfettata la mucosa del cavo orale: qualunque sia l'origine di queste afte, dovranno fare il loro corso, potendo attenuare solo la sintomatologia.
Cordiali SAluti