Utente 256XXX
Da diversi mesi mi capita di sentire degli accumuli di sangue come piccoli noduli alle mani lato interno nelle falangine delle dita medio e anulare (entrambe le mani, ma più frequentemente la sx). Sento che si tratta di liquido perchè devo premere un po' dall'esterno (dalle unghie verso il centro della mano) per cercare di eliminare questo accumulo. Soffro di ritenzione idrica e mangio quasi completamente senza sale ed inoltre ho due protrusioni discali C5-C6 e C6-C7 che ogni tanto, soprattutto quando fa freddo mi procurano grandi dolori "brucianti" soprattutto al braccio sx sulla fascia esterna. Ho la pressione piuttosto bassa (60-100 mmHg) e non ho familiarità per patologie cardiache o diabete. Da piccola (7 anni) ho avuto una nefrite da streptococco che poi non ha più avuto strascichi. Vorrei capire se queste "sacche di liquido" che avverto nelle mani sono un fenomeno di cui devo preoccuparmi visto che stanno diventando più frequenti (diverse volte al giorno soprattutto al mattino, ma non collegabili a posizioni particolari o ad azioni specifiche) e a quale specialista devo rivolgermi o quali esami devo fare.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la descrizione che fa del sintomo non consente di comprendere se esso sia legato ad una oggettiva "formazione di sacche di liquido" o piuttosto ad una sensazione soggettiva di "presenza di liquido".
La distinzione è di fondamentale importanza per poterLa indirizzare al meglio, anche se la natura delle manifestazioni sembrerebbe far propendere con maggiore probabilità per un disturbo di origine parestetica (alterazione della sensibilità).
In tal caso lo Specialista di riferimento potrebbe essere il Neurologo.
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
gentile dottore,
la ringrazio per la risposta, ma devo segnalarle che la presenza di sacche di liquido è assolutamente oggettiva, perchè quando comprimo dall'esterno avverto il flusso di liquido che viene come "liberato" dalla zona nella quale si era accumulato. Inoltre, dall'esterno la zona appare rigonfia e bluastra ed ecco perchè ritengo si tratti di un problema circolatorio. La sensibilità delle mani non risulta alterata fino ad ora.
grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Il disturbo lamentato appare sinceramente poco comprensibile a distanza.
Potrebbe in prima istanza chiedere il parere del Suo Medico di base, il quale se necessario La indirizzerà verso gli approfondimenti più opportuni.