Utente 257XXX
Soffro oramai da 5 anni terribilmente di allergia all'ambrosia:
i sintomi sono forte congiuntivite (arrossamento occhi, lacrimazione), fortissima congestione nasale (starnuti frequenti a volte ripetizioni continue pressochè invalidanti, naso che cola, addirittura qualche volta epistassi copiosa).

Dopo una visita allergologica del 2010 l'esito è stato confermare al massimo grado l'allergia all'ambrosia artesimifolia.
L'otorino che mi ha visitato in seguito mi ha diagnosticato inoltre setto nasale deviato a destra e modesta ipertrofia dei turbinati nasali.

Le terapie che ho seguito dal 2008 sono state:
2008 Zirtec - 1cpr - 10mg Cetirizina esito: eccessiva sonnolenza, spossamento, stanchezza. Ho dovuto sospenderla nel giro di un mese.
Clever 10mg Ebastina esito: buono contenuta congiuntivite e un pò la rinite allergica. Effetto indesiderato: perdita di potenza nello sport e svogliatezza.
2010 Xyzal - 1 cpr - Levocetrizina esito: stanchezza, forti dolori addominali. Ho dovuto sospenderlo dopo 2 settimane.
Ho dovuto riprendere il Clever che è risultato l'antistaminico con minor danno in confronto ai benefici apportati (preoccupa personalmente il suo effetto di prolungare l'intervallo QT).

Scrivo poichè è stato proprio l'allergolo a consigliarmi Xyzal con esito disastroso ma soprattutto perchè l'otorino mi ha semplicemente intimato di cambiare città per evitare l'impollinazione in quanto non sembra esserci rimedio ad un'allergia così forte e invalidante.
E personalmente sono costretto oramai ad andare via ad agosto e settembre dalla città in cui vivo per evitare di imbottirmi di medicinali che mi aiutano relativamente a stare meglio.
Sempre l'allergolo mi ha consigliato un trattamento immunologico consistente nell'assuere ogni giorno dell'anno delle compresse con elementi allergenici ma ho soprasseduto in quanto è esperienza comune di miei familiari che tale metodo non fa altro che sensibilizzarti ad altre allergie dovuti ad altri allergeni.
Ho sempre avuto fiducia nella medicina e nei medici, ma sono arrivato ad essere letteralmente disperato perchè non sono stato a mio parere indirizzato verso la corretta terapia per provare a reagire efficacemente all'allergia.

Pertanto chiedo qui se ci sono valide alternative, altre terapie o magari altri farmaci a me sconosciuti per trattare efficacemente questa terribile allergia che sta rendendo invalidante il più bel periodo dell'anno.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
sorvolando sull'osservazione dei Suoi familiari (con tutto il rispetto) che andrebbe contro l'evidenza scientifica e premesso che i farmaci utilizzati nel trattamento delle pollinosi non si riducono alle cetirizine e all'ebastina, Lei sembrerebbe proprio un buon candidato (anche in considerazione di quanto riferisce in relazione all'assunzione dei suddetti antistaminici) all'immunoterapia specifica.
Saluti,