Utente 595XXX
gentili dottori,

in seguito a difficoltà nel mantenimento di un'erezione sufficiente (mantenimento dell'erezione solo in presenza di continua stimolazione) mi sono sottoposto a visita andrologica.

Dall'eco color power doppler è risultata la pervietà delle arterie peniere bilaterali in tutti i distretti con reperto eco strutturale parietale di lieve inspessimento intimale (iniziale angiosclerosi).
A livello cavernoso la velocità di flusso diminuita bilateralmente (dx 26 sin 25 cm/sec)-
Velocità flusso telediastolico nella norma.
Le analisi cliniche di testosterone shbg fsh lh prolattina ecc. hanno evidenziato un quadro nella norma

Come terapia mi è stato prescritto di prendere a giorni alterni una compressa da 20mg di cialis per la prima settimana e per le successive sempre a giorni alterni da 10mg. Ho associato al cialis anche sedute di ossigeno-ozono.

I risultati sono stati subito ottimi. Dopo 4 mesi di questa terapia ho effettuato una visita microangiologica che ha evidenziato una densità capillare ridotta di circa il 40% a livello del prepuzio e del solco balano-prepuziale. Ho continuato la terapia di cui sopra per un altro anno (cialis 10mg a giorni alterni + ossigeno ozono) sempre senza riscontrare più problemi di mantenimento dell'erezione.

Ho ripetuto, quindi dopo un anno, la visita microangiologica da cui è risultato che non erano più presenti le aree caratterizzate da densità capillare ridotta.

A questo punto il mio medico (visti i buoni risultati) mi ha detto di ridurre l'assunzione del cialis a 1/3 di compressa da 20mg a giorni alterni e di proseguire progressivamente con la riduzione dell'assunzione.
Dopo 4 mesi assumo tuttora 1/3 di cialis da 20mg una volta alla settimana e devo purtroppo dire che sto perdendo nuovamente quella ritrovata capacità di mantenere l'erezione.

Volevo chiedere un vostro gentile consiglio sulla terapia (ed in particolare sull'ossigeno ozono - visti i costi) dato che nel lungo periodo ha tradito le attese.
Possibile che per il mantenimento dell'erezione debba necessariamente assumere il cialis? C'è modo di ritornare alla normalità senza ricorrere a protesi varie?

ringrazio anticipatamente
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

nessuna autorità medica ha mai potuto confermare l'utilità della ozono-terapia.
E' chiaro che se lei assume cialis 10 mg a giorni alterni avrà delle erezioni valide ed efficaci fintanto che continuerà ad assumere il farmaco. altro che Ozono terapia !!!!.
Mi creda, senta il parere di un altro specialista che utilizzi normali, e meno costose, terapie " evidence based" e non ritrovati "fantascientifici"
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 595XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott. Pozza,

la ringrazio innanzitutto per avermi risposto. Le chiedevo però se, data la mia situazione, vi fossero terapie alternative al cialis oltre che ad uno stile di vita e ad una alimentazione corretta.
Chi ha una patologia come la mia ha possibilità di guarire in modo definitivo o deve necessariamente ricorrere a medicinali?
In cosa potrebbero consistere le eventuali terapie alternative?(escludendo le protesi).
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
colgo l'occasione per segnalare che dal 10 al 15 marzo ci sarà la settimana di prevenzione andrologica per cui è possibile effettuare visita andrologiche gratuite presso i centri che aderiscono all'iniziativa
basta consultare il sito www.andrologiaitaliana.it consultando i centri che aderiscono
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
attraverso una e.mail è difficile darle una tale risposta senza avere valutato attentamente tutta la sua situazione clinica in diretta. Comunque, in attesa di una eventuale visita andrologica "gratuita", in realtà devo segnalare per correttezza che la settimana andrologica sarebbe stata organizzata dalla SIA non per fini diagnostici o terapeutici di problemi già presenti ma dovrebbe essere una settimana dedicata alla prevenzione delle patologie andrologiche potenziali e future (purtroppo anche il collega Benedetto lo ha dimenticato!), se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.andrologiamedica.org