Utente 227XXX
Buongiorno a tutti, avevo già scritto per una febbricola costante e ondulante quotidiana da ben 4 mesi ... inizio con 37 al mattino per raggiungere i 37.5 nel pomeriggio e poi nuovamente la sera torna a 36.8-37 ...
nel fare gli accertamenti, dall'eco addome emergeva una massa in zona surrenale ..
la tac successiva dice: "in sede interaortocavale si evidenzia una formazione ovalare ipodensa con diametri assiali massimi di circa 37x25mm ed estensione cranio caudale massima di circa 38mm. Tale formazione si pone immeditamente al di sotto dell'origine dell'arteria renale dx ed esercita impronta sul profilo posteriore della vena cava inferiore.
Il reperto non è di univoca interpretazione diagnostica: formazione cistica linfatica?
Opportuno compeltamento diagonsotico con RM."
In realtà poi il medico mi ha fatto fare una pet al Cro di Aviano il cui referto recita: " lo studio Pet-ct non evidenzia significativi patologici iperaccumuli del tracciante FDG riferibili a presenza di patologia neoproliferativa metabolicamente attiva in tutti i distretti esaminati. In particolare non presenta uptake di Fdg la lesione ipodensa di 4.2 x 3 cm situata in regione retroperitoneale paravertebrale dx che disloca ab estrinseco la vena cava inferiore senza peraltro condizionarne ostruzione o trombosi".
In sintesi, pare sia benigna .. però il medico mi dice che non vi è certezza al 100% e che le cisti retroperitoneali sono rarissime e quindi non sa dirmi se è meglio lasciarla lì o toglierla comunque .. mi ha infine consigliato di rivolgermi all'IEO di Milano per un consulto con un chirurgo, visto che la statistica in questi casi risulta fondamentale .. ora sto cercando il nome di un bravo chirurgo (ott. Bruno Andreoni e dott. Chiappa Antonio ... sono sulla strada giusta?) ma sono abbastanza in ansia quindi vi scrivo per alcune delucidazioni...
a) posso essere certa che sia una cosa benigna?
b) la febbricola potrebbe essere correlata a questa ciste?
c) è meglio toglierla o solo tenerla sotto controllo?
d) L'ieo di milano è il posto giusto per questa patologia?
Premetto che vorrei anche avere una gravidanza e quindi vorrei essere tranquilla al 100% .. vorrei capire se le cisti retroperitoneali sono una cosa "seria" o no ... a parte il fatto che, vista la posizione, l'intervento non credo sarà in laparoscopia ... (non mi fanno l'ago aspirato per la dislocazione).
Vi sarò grata se qualcuno vorrà rispondermi ... resto in fremente attesa e ringrazio dell'attenzione.
Sandra

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Non è facile dare una interpretazione precisa senza vedere le immaginiTC. La negatività della PET e la descrizione TAC sembrano però escludere una patologia maligna. È comunque indispensabile una visita chirurgica per un corretto indirizzò diagnostico-terapeutico.
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio della risposta .. c'è modo per caricare le immagini TC e pet cosicchè possa darci un'occhiata?
Ho parlato con un medico radiologo il quale mi ha parlato di percentuali alte per benignità (95-97%) ma la certezza assoluta senza l'istologico non c'è. Dice anche che la ciste sembra liquida quindi non si può fare biopsia e l'ago aspirato è un procedura invasivo-indaginosa ...
quindi che si deve fare in questi casi?

Resto in attesa di cortese riscontro.
Grazie mille
Sandra
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Come probabilmente le avranno detto la cosa più corretta sarà monitorare la formazione ripetendo la TC tra qualche tempo poiché se ,come pare dagli esami effettuati ,la massa è di natura benigna e non tende ad espandersi può essere consigliabile attendere. In ogni caso i l centro di cui riferisce ha una alta competenza.
[#4] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora per la risposta ...
ma il punto, a mio modesto avviso, è un altro ...
la radiologa mi ha detto che il CISTOADENOMA MUCINOSO RETRIPERITONEALE non capta il costrasto tanto che è difficile fare una diagnosi certa preoperatoria ..
potrebbe essere un linfoangioma cistico (benigno) ma anche un cistoadenoma mucinoso (maligno) che pare non si riescano a differenziare mediante esami radiologici.
Ho fatto una ricerca su pubmed e mi sono abbastanza agitata.
Di questa cosa poco si sa in quanto molto rara ...
Da un primo approccio all'Ieo di Milano francamente sono rimasta molto delusa tanto che ho annullato l'appuntamento (mi astengo da raccontare quanto accaduto ma, credetemi, con me non sono stati per nulla professionali).
Qualcuno mi sa dire qualcosa in ordine a questa patologia (è altamente maligno oopure no???) o indirizzarmi a un centro che sappia gestire tale problematica?
Il cro di Aviano può andare bene o mi devo rivolgere a una clinica universitaria che faccia ricerca?

Attendo un cortese riscontro.
cordiali saluti.