Utente 193XXX
Gentili medici
ho da alcuni anni delle smagliature bianche sui glutei. non sono tantissime però neanche poche. sta circa 4 mesi applico quotidianamente olio di mandorle dolci, mi sembrano un pochino ristrette però sono ancora tutte lì. solo quelle piccole piccole sono sparite. Mi chiedevo: se trattamenti di peeling all'acido glicolico mirati alla zona fatti presso centri termali potevano essere almeno utili o totalmente inutili.
se l'utilizzo dell'olio di mandorle è una buona soluzione; ho sentito parlare della crema cromopil. So che le smagliature bianche rimangono per sempre però mi chiedevo se l'utilizzo di questa crema può aiutare parecchio. e se sì come deve essere usata.
infine, da un po' di tempo cerco di fare ogni giorno almeno 30-45 minuti di cammino. fa bene per ridurre le smagliature o non fa nessun effetto? (ovviamente il cammino non lo faccio per questo ma perchè mi fa bene!). esiste uno sport specifico (pilates, step..) che può ridurre questi inestetismi? grazie per tutti i suggerimenti che potrete darmi!
[#1] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
qualcuno mi può aiutare per questo problema? grazie!
[#2] dopo  
Dr.ssa Gabriella La Rovere
28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Buongiorno. Le smagliature bianche possono ridursi di larghezza con l'uso dell'acido glicolico o con il laser; perciò dopo una serie di applicazioni, l'effetto generale è che siano meno visibili.
Il cromopil è un trattamento basato sull'uso di acidi esfolianti e di sostanze coloranti in modo da avere sia una riduzione che un camouflage. Non sempre il cromopil da l'effetto voluto e quella colorazione non è ottimale.
Camminare mezz'ora al giorno fa bene per il benessere delle nostre gambe. La smagliatura è espressione di un disturbo del microcircolo, lo stesso che è alla base della cellulite. Su questo agiscono dei fattori aggravanti che sono la postura, l'appoggio del piede, il tipo di lavoro, il fumo della sigaretta, il tipo di alimentazione. Quindi controllare tutte queste varianti fa sì che le smagliature non si formino. C'è poi la familiarità...insomma non è facile risolvere il problema della cellulite e delle smagliature.
Spero di esserle stata di aiuto
[#3] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
secondo lei quindi per ridursi di larghezza (almeno un pochino) è sufficiente una qualunque crema che contenga acido glicolico? e in tal caso che percentuale di acido è necessaria (8, 10, 12%)?
la ringrazio moltissimo per la sua risposta molto chiara!
[#4] dopo  
4869

Cancellato nel 2009
Per quella che è la mia esperienza le smagliature bianche sono brutte clienti. Credo che a parte l'approccio "coprente" (CROMOPIL) l'alternativa siano il laser e la chirurgia ...
Ma i risultati non sono mai così esaltanti!

Saluti
[#5] dopo  
Dr.ssa Gabriella La Rovere
28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Per il corpo va bene una crema contenente 12% di acido glicolico. Può cominciare a metterla tre sere alla settimana per abituare la pelle. Durante questo periodo non si esponga al sole, nè agli UV
[#6] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
grazie ad entrambe per la risposta.
Gentile dottìssa La Rovere, ho già preso una crema a base di acido glicolico che inizierò a mettere. Sicuramente la sospenderò nel periodo estivo, quando vado al mare. grazie per il suo prezioso consiglio.
Gentile dott. Sala, in merito alla crema CROMOPIL mi chiedevo se il suo effetto "coprente" produce a lungo andare una sorta di "macchia" sulla pelle, con un contrasto di colore tra la zona dove si applica e la zona che rimane scoperta, e se quindi è da questo punto di vista sconsigliabile.
grazie per i suggerimenti!
[#7] dopo  
Prof. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LE indico come alternativa innovati l'utilizzo del "needlign" una tecnica di rolling con microaghi chirurgici eseguibile mediante un dispositivo monouso in una unica seduta ripetibile nella sede Dermatologica: tale tecnica permette la stimolazione di collagene di neosintesi autologo: E' sicuramente una nuovissima terapia, ma i casi studiati in ambito internazionale stanno producendo significativi risultati in termini di "miglioramento estetico" (di questo si deve sempre parlare)

cari saluti

[#8] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
la ringrazio molto per il suggerimento. e' una tecnica che viene praticamente anche a Roma, che lei sappia? è molto dolorosa? richiede anestesia e giorni di riposo? non vorrei assentarmi dal lavoro per molto tempo.
potrebbero esserci effetti collaterali rischiosi?
grazie ancora.