Utente 345XXX
Salve a tutti, ho 36 anni e da sempre soffro dieiaculazione precoce, dove per precoce intendo tempi zero. Infatti raggiungo sempre l'orgasmo prima del rapporto. Sono stato ieri dall'urologo prospettando questa problematica e anche il fatto che ho il glande sensibile e lui mi ha detto che è tutto normale. Leggo su Internet che la circoncisione potrebbe aiutare il mio problema. Quanto è vera questa cosa? Chiedo questo perchè sarei più contento di fare quello e no assumere antidepressivi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

non si faccia da solo una precisa diagnosi e soprattutto non imposti anche la terapia .

Ora bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Non è possibile delineare un quadro oggettivo sui benefici e/o possibili complicanze post-circoncisione: il buon esito dell'operazione varia in base al medico, al paziente, all'età ecc., tuttavia alcuni pazienti, dopo alcune settimane dalla circoncisione, affermano di avere un miglioramento della sensibilità del glande, ma purtroppo non vi sono certezze.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ora risenta comunque un bravo andrologo e con lui rivaluti quello che bisogna concretamente fare per risolvere il suo problema.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le risposte. Lunedi provvedo per la prenotazione da un andrologo. Sapete consigliarmi qualcuno su Cagliari? Attualmente sto facendo Gli standard clamps è la tecnica di base del metodo Kegel, che ho scaricato da Internet. Devo dire che con la masturbazione vedo dei miglioramenti, ma appena si parla di fare sesso tutto ritorna come prima, anche se l'ho sperimentato poche volte. Sono efficaci o no questi esercizi? Grazie in anticipo per la disponbilità. Grazie Dott. Beretta l'avevo già letti i link da lei suggeriti. Cordiali Saluti.
[#5] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
per un ulteriore approfondimento le consiglio anche la lettura del seguente articolo:

http://www.medicitalia.it/paola.scalco/news/1675/I-controversi-Esercizi-di-Kegel

Il suggerimento è anche da parte mia quello di rivolgersi ad un andrologo per un'attenta valutazione, evitando iniziative che potrebbero rivelarsi controproducenti.

Saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si complichi la vita , prima sentire un bravo andrologo, nella sua città non mancano, e poi ci riaggiorni, se lo desidera.

Ancora cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
Salve appena terminata la visita dall'Andrologo. Mi ha detto che è un problema di sensibilità e mi ha consigliato di effettuare gli esercizi di Kegel e inoltre mi ha prescritto un farmaco da prendere tutti i girni ZOLOTOFT, che è un antidepressivo. La mia paura è proprio il farmaco che non vorrei faccia danni a livello di psiche o altro. Lui mi ha rassicurato su questo dicendo che non fa nessun danno per chi non ha problemi a livello di psiche. E' vero? sono sempre stato contrario a questi tipi di farmaci. Posso iniziare o no? Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le indicazioni ricevute dal suo andrologo sono condivisibili e quindi le segua.

Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dott. Beretta. Il Dottore che mi ha visitato è stato molto convincente ed esaustivo nello spiegarmi le cose, trasmettendo sicurezza e si notava una certa preparazione. Però per il lavoro che faccio non posso permettermi di subire danni o avere problemi psichiatrici (depressione, instabilità mentale ecc.) sono sicuri questi farmaci? In fondo nascono per altro non per l'eiaculazione. Grazie
Cordiali Saluti.
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la terapia consigliata dallo specialista ha un suo significato e non dovrebbe procurarle rilevanti conseguenze sul suo stato di attenzione, vigilanza e di riflessi.
qualche volta una eiaculazione "precoce" può essere espressione di un deficit erettile che impedisce il mantenimento della erezione.
cari saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua le indicazioni ricevute dal suo andrologo che fanno riferimento a terapie collaudate ed utilizzate, senza particolari effetti collaterali, da almeno 15-20 anni.

Mi raccomando lasci perdere invece la considerazione su altre problematiche sessuali che non mi sembrano in questo momento interessarla.

Ancora cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
Salve! A distanza di oltre un anno vi riscrivo per il solito problema. Ho seguito la cura che mi aveva prescritto l'andrologo, ma i risultati sono stati deludenti. Tanto che ho interrotto perché, nonostante mi avesse prescritto l'uso di ZOLOFT per 6 mesi circa, dopo un anno di assunzione i risultati non sono migliorati per nulla. L'unico miglioramento l'ho avuto solo usando creme tipo EMLA. Infatti la crema mi aiutava molto e, diverse volte, ho avuto rapporti anche straordinari, perché riuscivo a non eiaculare per circa 20 minuti. Però senza crema nulla, era tutto come sempre. Chiedo un vostro parere sulla possibilità di eseguire un filler al glande. Può essere utile o scarto l'ipotesi? Altrimenti cosa mi suggerite? Grazie in anticipo.
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se semplicemente usando una crema "ha avuto rapporti anche straordinari, perché riusciva a non eiaculare per circa 20 minuti", perché cambiare strada, soprattutto quando le altre strade sono poco "sicure".

Vista comunque la buona risposta ad una semplice terapia topica, potrebbe essere utile, in contemporanea, pensare anche ad un eventuale intervento psicoterapeutico mirato.

Ancora un cordiale saluto.
[#14] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dott. Beretta per la puntuale e precisa risposta. Chiedevo info sul filler al glande solo per evitare la scomodità delle creme. Lei me lo sconsiglia? Poi le volevo chiedere anche un'altra cosa. La mancanza degli effetti desiderati dopo aver assunto il farmaco che mi era stato prescritto, può essere dovuta ad un dosaggio basso? Le chiedo questo perché, facendo mente locale, l'andrologo mi aveva detto che a seconda dei risultati dovevo mantenere o alzare la dose. Lei che mi dice? fermo restando che dovrò ritornare dall'andrologo per farmelo prescrivere eventualmente.
Grazie in anticipo.
Cordiali Saluti.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci siamo capiti sui "filler" e la loro sicurezza d'azione; invece sul farmaco propostole sicuramente i dosaggi hanno la loro importanza e quindi ora è bene risentire in diretta sempre il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.