Utente 223XXX
Buonasera.
Tra 2/3 settimane devo fare un intervento per unghia incarnita. L'ho già fatta l'inverno scorso. Nell'ospedale in cui vado mi fanno fare l'anestesia a sedazione cosciente (a me sembrava più totale che altro perchè mi sono addormentato e risvegliato dopo l'intervento.. comunque..) la differenza tra quest'inverno e ora è che prima non fumavo, ora invece sì. non sono un fumatore incallito. in media fumo una sigaretta al giorno, a volte 2. però so che mi chiederanno se fumo, e visto che i miei genitori non devono sapere del mio vizio, non ho scampo. i casi sono 2: o dico una bugia (dico che non fumo quando non è vero), ma mi sembra una cosa da non fare visto che è una cosa seria ed è giusto dire la verità in caso di incidenti o cose simili. oppure smetto e quando arriva l'operazione sono ormai un "non fumatore". domanda: se faccio la seconda ipotesi in 2/3 settimane di astinenza il mio corpo si pulisce dal fumo abbastanza da poter dire che sono un "non fumatore"? mi dica anche se eventualmente non ci sarebbero problemi a dire una bugia (la prima opzione).
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, io credo che ci sia una terza opzione: avere un colloquio riservato con l'anestesista senza la presenza dei suoi genitori. Lei non è minorenne e quindi in grado di assumersi tutta la responsabilità delle sue scelte come della firma del consenso informato. L'anestesista è inoltre legato al segreto professionale e non può riferire nulla del vostro colloquio. Comunque, anche se smettere di fumare mi sembra una buonissima idea, lei fuma poco e da poco tempo, quindi non penso che ci siano problemi ai fini di una anestesia, ma ricordi che all'anestesista bisogna dire tutto e per la propia sicurezza.
Saluti.