Utente 103XXX
Ringrazio anticipatamente chi mi aiuterà.

Mercoledi’ 13/06/2012 mi sono operata chirurgicamente in ospedale per asportazione verruca plantare piede dx, situata sul tallone attraverso la D.T.C. ovvero dia termocoagulazione previa anestesia locale. Avevo già tentato con diversi cicli di crioterapia successesi nell’arco di 4 mesi, ma essendosi formata una”verrucona” molto profonda e grande (diametro 2 cm) il dermatologo dell’ospedale ha optato per l’intervento.
Sono passati 16 gg, in corrispondenza del buco, si sta formando lentamente la crosta nera (anche se adesso è ancora molle.) Ho provato a camminare appoggiando il tallone, ma dopo un po’ è uscito un po’ di sangue sulla garza perché un pochino di crosta superiore si è rotta, (ma veramente pochissimo).
Per una completa cicatrizzazione quando dovrò attendere?
Partirò per il mare il 23/07, potrò fare il bagno?
Oltre a questo c’è un’altra preoccupazione che mi assale: attorno al buco si è formato un alone tipo aureola,dopo aver fatto l’intervento non c’era, è comparso da una settimana a questa parte, prima era più chiaro, colore salmone ora invece è proprio marrone scuro. E’ normale? Perché è dovuto? C’entra anche il fatto che non sto appoggiando il tallone per camminare? Mi devo preoccupare?
Medico sempre la ferita con una crema antibiotica e della garze sterili.


[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la sede è di per sé piuttosto lenta a riparare: personalmente le consiglio di rivolgersi al medico che ha effettuato l'intervento per un controllo della ferita chirurgica. Le complicanze ci possono essere, ad esempio, la sovrainfezione, ma è impossibile poterle valutare dalla sede telematica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009

Si andro' domani dal medico per il controllo.
Il marrone che si è formato intorno come un alone ho scoperto che non è altro che la pelle superficiale morta, ho grattato un pochino e se ne è venuta. Mi ero preoccupata perchè pensavo che fosse lo strato interno pelle ad essere marrone e dato che è molto scuro ho immaginato che l'elettricita' del bisturi avesse fatto "morire" anche il tessuto circostante.
Ogni tanto nella zona del tallone ho delle piccate, penso che sia dovuto al fatto che non lo appoggio completamente, (ho paura che la crosta si possa rompere, non è ancora dura, quindi un movimento involontario potrebbe essere pericoloso). Mi servo delle solette in gel cosi' attutiscono l'aderenza rigida delle scarpe.
L'unica preoccupazione adesso è che non si cicatrizzi in tempo per la partenza. Secondo lei potrei applicare prodotti come cicatrene per aiutare la cicatrizzazione della ferita? Per adesso metto solo Aureomicina pomata antibiotica, sono 3 settimane che la applico.(da quando ho fatto l'interevento)

La ringrazio per la consulenza.
Distinti saluti anche a lei.



[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Non credo esistano prodotti che favoriscano la cicatrizzazione delle ferite, a dispetto del nome commerciale.
Le principali regole per una buona cicatrizzazione sono: mantenere chiusa la ferita con medicazione, applicare crema antibiotica sino a chiusura della ferita, fare seguire la ferita dallo specialista affinchè possa modulare il trattamenti in base all'evoluzione della stessa.
Cordiali saluti