Utente 586XXX

Ho mia madre ricoverata al
reparto oncologia di messina però i medici che la
seguono
non sono chiari perchè una volta dicono che l'ovaio dx
è
risultato negativo al tampone e una volta positivo
dicendo che
questo tipo di esame non è perfettamente attendibile;
comunque ha generato una palla nell'addome ( tipo tumorale) che
comprime i polmoni impedendo la normale respirazione
facendola affannare e producendo pleura che hanno tolto
complessivamente 800+600 ml il 23/02/08 e 28/02/08 (
vorrei precisare che era stata ricoverata dal 29/01/08 e
il 4/02/08 gli hanno somministrato una chemioterapia senza
togliere il liquido nei polmoni e dimettendola il 6/02/08
senza un eventuale controllo toracico; nell'arco di questo
trattamento ha avuto affanno, dolore alle spalle, alle
gambe e gonfiore ai piedi ) dicendo di non potere
effettuare il drenaggio perchè è a rischio di
infezione.
Ancora oggi il dolore e l'affanno persistono fortemente e
solo stasera hanno iniziato a somministrargli una compressa di 30 ml ogni 8 ore di morfina (ticinan) e una fiala da ingerire di morfina solo che non ricordo i ml
dopo averle somministrato nei giorni precedenti lixdol, urbason e
toradol invano. Vorrei un vostro parere al più presto
Vi ringrazio anticipatamente cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
comprensibile la Sua angoscia ma non è facile interpretare
quanto ci descrive.
Provi, anche con l'aiuto del Suo curante a trascriverci i passi
salienti del percorso clinico della Sua mamma .
Quale è ad esempio la diagnosi di dimissione rilasciata dall'Ospedale e per quale ragione è stata ricoverata.
Cordiali saluti