Utente 530XXX
salve,

Volevo chiedere ai medici anestesisti, se una reazione che ho avuto alle mie uniche due anestesie totali siano da considerarsi allergie o solo fenomeni legati ai farmaci somministrati.(non ho idea che cosa abbiano usato allora (1974 tonsille ricordo associato l'uso della maschera-1982 anestesia venosa e poi intubata per un cesareo e pare mi sia svegliata durante l'intervento, così mi hanno detto e chiesto se lo ricordavo, io non ricordo nulla)
Ho in previsione un intervento di vitrectomia, che mi è stato detto sia anche eseguibile in locale con una pseudo-anestesia leggera.

L'intervento si prospetta dei meno facili per cui ho il sentore che non reggerei allo stress psico-fisico sotto ai ferri cosciente per più di 20 minuti. Lo sto rimandando da mesi.

Nelle due anestesie precedenti risveglio sono stata letteralmente sommersa dai miei stessi brividi con una clonia diffusa molto disturbante da non riuscire neppure a parlare. Questo fenomeno durato circa 4/5 ore mi lasciava spossata con una sensazione di irrealtà faticosa, vedere attraverso un tunnel..insomma lucida ma in una situazione strana e sgradevole. guardando i muri davanti a me, li vedevo bene al centro e tutt'attorno una aurea scura e colorata e questo perdurava per alcuni giorni.
Sinceramente vorrei evitare una altra esperienza simile.
Premesso che ho una SM, la clonia è collegata? il disturbo della visione pure?

sono allergica a parecchie sostanze, alimenti, conservanti, disinfettanti e non sto a farvi elenco,ho problemi di malassorbimento: tanto mi direste, lo porti con se l'elenco e si valuta al momento.
In ogni caso, visto che non ho ricevuto risposte in merito ad un post messo nella sezione allergologia inutile ripeterlo.

domanda:

l'anestesia può dare questi fenomeni così sgradevoli al risveglio??

grata per una risposta, se vi è possibile e senza impegno da parte vostra.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
I fenomeni descritti al risveglio possono dipendere da numerose cose quali: induzione dell'anestesia in un momento di notevole ansia(senza utilizzo di premedicazione con benzodiazepine),percezione di dolore intraoperatorio, sala operatoria molto fredda, tecnica anestesiologica etc. Riguardo il suo disturbo non condiziona l'anestesia, e ciò che ha descritto è in linea di massima facilmente prevenibile e prevedibile. Affronti con serenità l'intervento e riporti il tutto al collega anestesista durante il colloquio preoperatorio.
[#2] dopo  


dal 2010
Grazie della risposta,
cordiali saluti.