Utente 169XXX
Gentili dottori,

da una settimana soffro di arrossamento spontaneo e conseguente prurito sulla parte interna e quindi glabra degli avambracci.

Si creano delle piccole papule rosee frammiste a rossore e pruriginose.

E' accaduto ogni giorno nell'ultima settimana, ma il fenomeno regredisce spontaneamente (dura mezz'ora, un'ora o due, non è costante) per poi riapparire.

Non riesco a collegarlo a nulla e non ne avevo mai sofferto prima.

L'ho descritto ad uno specialista dermatologo che mi ha detto che può trattarsi quasi certamente di orticaria, poichè è l'unica manifestazione cutanea così effimera, mi ha detto di trascurarla.

Soffro di rinite cronica e aftosi (anche gigante) recidivante dalla tenera età, senza soluzione di continuità, mi è stata diagnosticata una diatesi iper-reattiva e una tendenza all'asma, con alcune crisi negli anni, risolte con broncodilatatore.

Di cosa si tratta? Orticaria? Quali indagini fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
potrebbe effettivamente essere orticaria, ma trattandosi di un evento acuto non vi è indicazione ad eseguire accertamenti particolari. Deve solo contattare il medico di Medicina Generale per conferma, cura e follow-up.
A margine, sarei curioso di sapere se ha mai approfondito il problema dell'aftosi e assunto farmaci.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,

la ringrazio per la cortese risposta.

Da quando vi ho scritto la sintomatologia non si è più ripetuta e ho lasciato perciò correre.

Per quanto riguarda le afte non ho mai assunto alcun farmaco (tranne i banali medicamenti locali in corso di ulcera). Il problema non l'ho mai approfondito perchè ho diversi medici in famiglia, tra cui un genitore, e tutti loro oltre al medico di famiglia, al dentista e ad altri mi hanno sconsigliato di indagare. Mi hanno sempre detto che le afte sono un oggetto del mistero e quel poco che si sa sulla loro eziologia è incerto. Avrei perso tempo, soldi ed energie mentali per arrivare comunque ad "un'incertezza". Ho letto di indagini immunologiche possibili ma niente, bocciate. Mi è stato detto che le afte fanno parte del mio "Habitus" psicosomatico et c.
Comunque ci convivo da talmente tanti anni che il loro fastidio, che altri ritengono insopportabile, per me è tollerabile.