Utente 258XXX
Cordiali saluti a tutti gli specialisti,son un ragazzo di 36 anni ho un problema di erezione che mi porto dietro da 11 anni e nessun esame e nessun urologo e andrologo è riuscito a risolvere ma solo consigliandomi di usare viagara o cials o di andare da uno psicologo per mancanza di prove tangibili,vorrei un indizio di come comportarmi e risolvere al più presto perchè mi stà davvero condizionando la vita,ma non voglio arrendermi.Cercando di essere più breve e chiaro possibile vi elencherò a grandi linee il mio percorso:11 anni fà ho cominciato ad avere i primi disturbi,una lieve mancanza di erezione e un periodo in cui non stavo mai bene e cominciavo ad accusare dolori ai testicoli e bruciori all'uretra sia ad urinare che dopo l'eiaculazione,poca sensibilità sul glande eiaculazione precoce,da quà ho iniziato visite da andrologi e urologi ho eseguito tampone uretrale analisi ormonali risonanza magnetica lombo sacrale spermiogramma tutto negativo e molti altri,davanti agli esami ematici praticamente perfetti mi è sempre stato consigliato di andare da uno psicologo perchè era impossibile avessi qualsiasi cosa.il problema è presente ancor oggi dopo varie partner e momenti di acutizzazione e normalizzazione dei sintomi,non ho erezioni al mattino (molto rare),a volte avverto fastidio ai esticoli (tipo mutande strette) bruciori dopo l' eiaculazione,difficoltà ad avere o mantenere l'erezione (durante i rapporti quando ho una buona erezione mi si "surriscaldano" i testicoli e perde l'erezione),molte volte ho mancanza di desiderio...non sò più che fare,sembra di lottare contro i mulini a vento,praticamente sembra mi stia inventando tutto,ed è questo che mi dicono in parole semplici i medici,a volte può essere che abbia perso fiducia in me stesso e quindi non mantengo l'erezione ma sò per certo che un problema di fondo c'è e me lo porto dietro da tanti anni.spero vivamente possiate aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mi meraviglio che ,in tanti anni,non sia stata posta una diagnosi andrologica basata,anche,sullo studio della componente vascolare dell'erezione...La sintomatologia testicolare,quella eiaculaìtoria nonché il conseguente calo della libido,vanno visti in un quadro generale che,perdurando da 11 anni,non può prescindere anche dalla sinergia andrologo/psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera dottor Izzo grazie della tempestiva risposta,l'unico esame sullo studio vascolare è un'ecografia peninea dinamica fatta l'anno scorso che ha dato esito negativo e anche quì chiedendo al medico che ha eseguito l'ecografia quali esami potevo fare per trovare una soluzione al mio problema con mio stupore mi è stato consigliato di usare viagra o cialis in mancanza di erezioni anche con iniezioni peninee...a 35 anni?secondo lei dottore cosa mi consiglia,che esami posso eseguire?cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...quindi,una diagnostica vascolare e' stata eseguita.Capisco che possa avere delle perplessita' circa l'assunzione dei farmaci pro erettili ma Le faccio presente che essi non curano ma,inseriti in una strategia terapeutica finalizzata ad ritrovamento del benessere sessuale,aiutano molto in un ottica prestazionale che,spesso,mina l'empatia necessaria nella coppia.Credo,comunque,che l'intervento di uno psicosessuologo sia ineludibile.Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
grazie nuovamente della sua risposta,quindi anche in assenza di erezioni mattutine è da considerare prettamente un fattore psicologico e non fisiologico? i bruciori al pene i dolori e i fastidi testicolari,la scarsa sensibilita sul pene l'eiaculazione precoce a volte anche con pene non pienamente eretto non so fattori da considerare?scusi la mia perplessità dettata anche dalla paura di spendere solo dei soldi senza mai trovare una soluzione al problema ma dopo aver speso migliaia di euro con visite specialistiche ed esami ho paura..ho letto su internet molti pareri di altri pazienti con i miei stessi problemi e molti di essi non hanno trovato soluzione,cercando attraverso i sintomi ho trovato molte similitudini con una prostatite abatterica e quì molti dottori hanno un'opinione molto scettica del problema.cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...si allontani per un pò di tempo da medici e dal web.La variegata sintomatologia riferita non è ascrivibile ad una patologia specifica.La presenza di erezioni spontanee mattutine non ha alcun valore diagnostico,perlomeno nel Suo caso.Le rinnovo un cambio,transitorio,di strategia,consultando uno psicosessuologo.Cordialità.