Utente 258XXX
gentilissimi dottori,
avrei bisogno di un vostro parere,riguardo a delle analisi molto recenti,effettuate per essere inserita in un percorso pma(icsi).
tra gli esami sierologici c'è tpha e vdrl.
nel referto del test non treponemico vdrl c'è chiaramente scritto POSITIVO.
mentre nel tpha c'è un valore di 10,00 ,ed il parametro di riferimento per la positività è 1,2 ..quindi ho la sifilide..
da tre anni io e mio marito cerchiamo di avere un figlio,quindi logicamente non abbiamo mai avuto rapporti protetti..ma i suoi esami parlano chiaro,lui è negativo alla sifilide! posso assicurare di non aver mai avuto rapporti extraconiugali,e di non aver mai avuto sintomi che possano fare pensare a sifilomi ,o alla sifilide stessa.
la mia domanda è:
è possibile che mio marito dopo 3 anni di rapporti assolutamente liberi e non protetti non abbia contratto la malattia? c'è la possibilita che tpha pur essendo un test treponemico dia un falso positivo ? in più è necessario e utile eseguire un ulteriore test di conferma (fta-abs) x rilevare con certezza la sifilide?
attendo con ansia una vostra risposta..
cordialmente D.s
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Carissima,

Il TPHA e' un test altamente sensibile e specifico per la Sifilide.

In caso di qualsiasi positività e' necessario ripetere i tests ed aggiungere dei valori che indichino la datazione della sifilide: in tal senso le IGG (che rimangono sempre postive) e le IGM (postive solo nelle sifilidi recentissime) e FTA ABS

Se fosse confermato che lei ha la sifilide e questa fosse non recente, e' possibile che suo marito non sia entrato in contatto con il suo sangue e quindi non abbia contratto la malattia (che nelle fasi tardive diviene appunto - sierologica).

Lei ha due modi di essere stata contagiata in precedenza:

- rapporti sessuali precedenti alla coppia
- trasfusioni di vecchissima data (quando il sangue non era controllato come avviene fortunatamente ad oggi)

Si affidi alla sede venereologica, ad ogni modo.

Carissimi saluti