Utente 258XXX
Salve avendo avuto problemi di erezione sono stato dall andrologo che dopo accertamenti ecodoppler penieno ho risposto con 3ore di erezione e analisi complete dove tutti i valori sono nella norma tranne l'omocisteina alta mi ha dato da prendere la folina acido folico e il cialis5mg spiegandomi che le pareti del pene sono indebolite e dicendomi che fondamentalmente il mio problema e mentale visto che sia il dopplere che le analisi tranne l'omocisteina nn fan pensare a prob fisici devo fare questa cura di cialis e folina per un mese dopo di che anche senza cialis nn dovrei aver prob perche il prob e mentale siete daccordo con questa diagnosi il cialis dp 30giorni di cura che comporta?adesso comq sta andando bene cosa mi dite voi in generale grazie
[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
4% attualità
16% socialità
VIGGIU' (VA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è noto che l'eccesso di omocisteina può determinare disturbi di circolo e quindi alterare la circolazione generale del paziente.
Tuttavia lei riporta esami regolari e compreso l'esame che studia appunto la circolazione del pene..Certamente fa bene a correggere con l'acido folico l'iperomocisteina...

Non avendola visitata non possiamo concludere a distanza con la genesi "mentale" del suo problema..Consiglio perciò di proseguire l'iter del collega che ha avuto modo di visitarla....

ci aggiorni.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta in brevissimo tempo e per il cials di 5mg che mi puo dire le domande le ho poste anche al mio andrologo che mi ha risposto che il prob e mentale e il cialis e un aiuto ma la vera cura e star tranquillo con me stesso e la mia ragazza e la vera cura
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
4% attualità
16% socialità
VIGGIU' (VA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

ripeto, qui a distanza non si può dare alcun risposta o parere senza aver visitato il paziente....

la terapia sta già avendo i suoi risultati....
continui il percorso con il collega andrologo che l'ha visitata.

cordialità