Utente 245XXX
Salve a tutti i dottori e ringrazio in anticipo per le risposte. Allora il discorso sarà un po lungo... Ho 17 anni e vivo in modo sano e tranquillo. Non fumo e non bevo. L'unica pecca e che non faccio molta attività fisica. Ho una ragazza e abbiamo dei rapporti sessuali. L'unico "problema fisico" che ho e un'ernia crurale da poco individuata che mi causa dei dolori all'inguine nella parte destra. Allora in pratica durante il penultimo rapporto sessuale con la mia ragazza (ovviamente protetto) sono venuto due volte, poi abbiamo deciso di ricominciare di nuovo e ho avuto problemi a mantenere l'erezione, dato che il pene era meno sensibile e provavo meno piacere durante la penetrazione forse anche a causa del profilattico e quindi abbiamo smesso. Chiarisco subito che il mio e un carattere molto impressionabile e spesso ho sofferto di ansia da prestazione anche se ormai ero riuscito a vincerla. Quindi da quel giorno ho cominciato a preoccuparmi un po ma mi ero convinto che fosse stata causa della stanchezza. Ieri pero abbiamo avuto un altro rapporto o meglio abbiamo cercato di averlo perche ho riscontrato dei problemi. Quando abbiamo cominciato io ero molto eccitato, proprio al punto che bastava pochissimo per farmi venire, a quel punto ho messo il preservativo e sono entrato e continuavo a sentire questa sensazione: sentivo moltissima eccitazione, tanta a tal punto che mi fermavo subito perche sennò sarei venuto immediatamente... Il punto, ovvero il motivo per cui sto scrivendo questo messaggio, è che il mio pene non era in erezione!!! O meglio sentivo che stavo per eiaculare, sarebbe bastato un niente per farmi venire, ma il mio pene non era in erezione completa: (scusate la terminologia) si era allungato ma non era duro... Era nella stessa fase in cui si sviluppa l'erezione ma io comunque sentivo che stavo per eiaculare. Spero di essere stato il più chiaro possibile... Poi da li abbiamo provato altre volte ma è scattato un meccanismo psicologico che mi ha impedito di andare avanti ecco... Un'altra cosa... Nei rapporti precedenti ho bloccato spesso l'eiaculazione, fermandomi durante il rapporto, nel senso che spesso sentivo di stare per venire ma mi bloccavo, in un rapporto di tre quarti d'ora ho perso il conto di quante volte l'ho fatto... è per questo che mi e successa questa cosa? Oppure e a causa dell'ernia crurale? Chiarisco che non ho mai avuto problemi di erezione e ho anche l'erezione mattutina quasi tutte le mattine. Aiutatemi vi prego... Ho seriamente bisogno di un consulto... Grazie davvero e scusate ancora per la scorretta terminologia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile giovane lettore,

se ha letto le linee guida del sito, come minorenne, non potrebbe postare alcun quesito.

Detto questo poi lecomplesse ed articolate domande che lei pone meritano un colloquio con i suoi genitori, se presenti, poi una valutazione clinica diretta con il medico di famiglia ed infine, su indicazione sempre del medico ed insieme con i suoi genitori, bisogna sentire in diretta anche un esperto e bravo andrologo.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Scusi tanto ma lei non ha risposto alla domanda. Io non e che voglio dire chissà che. Però mi scusi tanto dottor beretta ma ho visto anche altre sue risposte e mi sembra scontato che uno debba andare dal medico ma se pubblico una domanda e lei mi risponde: "vada dal medico" cosa bazzica a fare su questo sito? Scusi uno chiede un consulto su internet, un opinone, un consiglio, e lei mi risponde: vada dal medico. Per quale motivo si e iscritto al sito allora?
[#3] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
lei si è registrato con dati falsi avendo 17 anni e dichiarandone 20. Le ricordiamo che il sito riservato ai maggiorenni e i medici rispondono in modo volontario e gratuito sul sito. Inoltre in certi casi possono valutare più utile non fornire indicazioni concrete onde evitare il fai da te, cosa ancor più pericolosa quando si ha di fronte un minorenne.

Cordiali saluti,
staff@medicitalia.it
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile giovane lettore,

mi sono iscritto per rispondere a quesiti forniti da maggiorenni o da genitori di minorenni che pongono quesiti mirati e precisi su questioni e problemi specifici e mirati e non su tutti i dubbi ed i problemi che sembrano essere emersi in questi ultimi mesi sulla sua recente vita sessuale, legati forse ad un ernia crurale, da poco individuata e che scatena dei dolori ma che poco, da quello che ci scrive, sembrano avere a che fare con il suo problema di partenza.

Detto questo poi le ripeto quello che le ho già scritto: se lei è un minorenne, come da lei indicato nel profilo, le domande che lei pone meritano un colloquio con i suoi genitori, se presenti, poi una valutazione clinica diretta con il medico di famiglia ed infine, su indicazione sempre del medico di base e sempre insieme ai suoi genitori, bisogna sentire in diretta anche un esperto e bravo andrologo.

Cordiali saluti.