Utente 249XXX
Salve, da anni ho il problema del pene curvo che mi mette molto a disagio ein imbarazzo nell'approccio con le ragazze... a tal punto da evitare relazioni e rapporti sessuali, e questo mi fa stare abbastanza male, non ho mai fatto una vusita andrologica per questo tipo di problema..mi vergogno molto, informandomi so che il difetto puo' essere corretto chirurgicamente, ma questo mi spaventa molto, poiche' informandomi ho visto che puo' esserci una perdita di cm, gia' io non essendo molto dotato ( 15 cm circa) nn vorrei passare da un complesso ad un altro poi per le dim., ma non si puo' correggere senza operazione? la mia non e' molto eccessiva (verso il basso e sinistra) e' piu' un fatto di estetica...e poi mi spaventano i possibili effetti collaterali ( sensibilita', impotenza ecc.) e in tal caso si possono recuperare i cm persi?
vorrei qualche indicazione...saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

se si vuole correggere un incurvamento, anche minimo, bisogna purtroppo ricorrere ad una strategia chirurgica.

Bisogna ora sentire in diretta un esperto andrologo e poi, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Grazie innanzitutto per la sua risposta, vorrei cmq un consiglio:
il mio problema sara' piu' mentale o funzionale? Mi spiego meglio ho avute le mie poche esperienze ma ogni volta che cambio partner era un dramma perche' non so mai se a le darebbe fastidio o non piaccia questo difetto...
la soluzione chirurgica che concordero' con uno specialista andrologo sara' sicuramente un grande passo, ma mi chiedo se dovrei aver bisogno anche di uno psicosessuologo? (nn so se sia la figura giusta) per cercare di affrontare e vivere una vita sessuale in modo piu' sereno?? oppure l'androlgo da solo puo' aiutarmi in tutto questo?

Un caro saluto per la sua gentilezza e grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in presenza di queste problematiche anatomiche che coinvolgono i genitali, una consulenza diretta da parte di uno psicologo è sempre consigliata, anche in previsione di una strategia correttiva di tipo chirurgico.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Dottore grazie di nuovo per la sua risposta,
Pero' vorrei togliermi questi ultimi dubbi:
se faro' una visita specialistica come faccio a sapere che l'andrologo a cui mi rivolgo sia un professionista serio e capace? C'e' un albo o un'associazione dove si puo' verificare?
L' interevento chirurgico puo' essere effettuato in sola struttura privata o anche pubblica pagando il semplice ticket?
Dottore spero lei capisca che l'eventuale intervento mi spaventa molto, e con un argomento cosi delicato, le ansie aumentano sempre di piu' ... e siccome sono stato vittima di malasanita' per altri problemi, non vorrei solo che la situazione peggiorasse e se per sua esperienza ci sono casi in cui l'intervento abbia proocato danni permanenti..
Grazie in anticipo per qualsiasi sua risposta,
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

i suoi dubbi possono essere chiariti sempre e solo in diretta con il suo medico di fiducia che in primis le indicherà la struttura e lo specialista noto per trattare queste problematiche, vicino alla sua residenza e che opera in convenzione con il SSN.

Trovato lo specialista di riferimento poi sempre con lui dovrà chiarire per bene quello che si dovrà fare per risolvere, se possibile, il suo problema.

Cordiali saluti.