Utente 257XXX
Buongiorno,desidererei sapere quale delle 3 o 4 misurazioni della PA successive una dall'altra nei due o tre minuti di attesa tra esse,e'la piu' attendibile ,perche' ,ho notato,nelle misuraz.a casa con gli apparecchi digitali di ultima generazione digitali come omron,pic etc.che spero siano validi e precisi,i valori della prima misuraz,sono sempre piu' alti delle successive.due o tre ,che tendono a a scendere....Come seconda domanda chiedo se i farmaci come lobivon e giant o altri,possono avere nel tempo ,oltre a funzione curativa ,anche protettiva da rischi cardiovascolari come infarti o ictus o altro,abbinandoli ad una sana vita con attivita' fisica moderata e corretta alimentazione.,sopratutto nei casi di ipertensione lieve essenziale in soggetti non cardiopatici ma generalmente sani .vi ringrazio .a presto per una risposta.cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quando si esegue un'automisurazione della prssione arteriosa spesso la componente emotiva gioca un ruolo non indifferente: e' quindi possibile che alla prima misurazione fornisca valori piu' elevati delle seguenti.
Nonostante cio' che si pensi, il valore piu' alto e' un indice importante di funzionamento della terapia.
In altre parole cio che accade e' sovrapponibile nella cosiddetta "white coat syndrome" (la sindrome del camice bianco) che fa si che quando il medico ci misura la pressione arteriosa di solito egli la ritrova piu' alta di quanto noi ritroviamo poi a casa nostra.
Tale comportamento tuttavia non e' da sottovalutare per che al nosrto cuore non interessa molto il perche' i valori siano elevati, se siamo agitati, preoccupati oppure contenti, il cuore va considerato una pompa meccanica che come tutte le pompe sarebbe meglio farle lavorare con regimi pressori basssi.
Per cio' che concerne i farmaci che lei indica hanno dimostrati effetti di prevenzione del cosiddetto danno d'organo, proteggono cioe' gli organi bersaglio dell'ipertensione che sono cervello, cuore e reni, specie se abbinati ad attivita' fiscia moderata e costante.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
ottimo,dottore della sua risposta,mi ha tolto ogni dubbio e si e' dimostrato eccelente e competente.io la ringrazio ancora e le auguro buon lavoro.cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
ultima domanda:la cura dei farmaci che faccio,molto buona e in grado di tenermi la PA nella norma,eccetto casi di forte ansia ,a volte pero'in condiz.di assoluta tranquillita'e di sera,puo'scendere anche,a riposo, da coricato a valori come 97 o 95 su 65 o 60, ma non di piu'.e' normale perche' le terapie sono efficaci?si puo' continuare le terapie anti ipertensive anche con questi valori un po' bassi? si puo' stare cmq tranquilli?e' solo al mattino o di giorno che aumenta la sera puo'scendere anche fino questi valori ,di media e'115 su 70-75- .grazie dottore se vuole puo' rispondermi ancora e poi la lascio al suo lavoro salutandola e rngraziandola anticipatamente.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
sono valori di sicurezza. Beva molta acqua, specie con le temperature di questi giorni
cecchini
[#5] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
grazie.la saluto.cordialmente.
[#6] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Ottimo su tutto.Corretto e Professionale.Mi scuso solo se a volte l'insistenza da parte mia di un eccessivo dialogo possa infastidire lo stesso Specialista che mi risponde.Chiedo solo comprensione,perche' trattasi anche di persone non solo con problemi di cuore,ma iperattive e soggette alla paura,all'ipocondria e fortemente ansiogene e stressate.,Come nel mio caso.Comunque,in generale,il mio giudizio e' molto positivo.