Utente 176XXX
Salve a tutti... volevo raccontare un po' la mia storia... esattamente nel mese di maggio riscontrai un linfonodo ingrossato nella zona inguinale destra. Subito sono corso dal mio medico per farlo controllare e mi scrisse un'impegnativa per una visita chirurgica e qualche giorno dopo feci la visita e il dottore disse che il linfonodo era mobile al tatto e grande circa 1,4 cm e lievemente doloroso al tatto poi il tutto è stato causato da un'infiammazione in atto... e cioè L'Herpes Zoster che avevo nella zona del gluteo destro. Feci subito una visita dermatologica e il dottore mi prescrisse una cura di Talavir e pomata... tempo 1 mese e l'Herpes è stato quasi del tutto debellato... però la cosa strana è che oltre ad essersi ingrossato il linfonodo destro si sviluppò anche quello sinistro in maniera minore... quindi a distanza di 2 mesi il linfonodo inguinale destro si è leggermente sgonfiato mentre quello sinistro è rimasto leggermente gonfio e stabile...

Stamattina ho notato, toccandomi la zona dell'ascella sinistra e più in particolare proprio vicino la mammella sinistra un gruppo di linfonodi dove al tatto li sento palesemente... e ne sento anche tanti... mentre nella zona sinistra non ne sento neanche uno... questa cosa è normale oppure no?

Devo cominciare a preoccuparmi? o sono ben altri i linfonodi da tenere sotto controllo?

Lunedì 9 ho una visita dall'otorino e di conseguenza mi faccio visitare quelli al collo per sicurezza, ma nel frattempo vorrei sapere da voi se quelli che sento al tatto è una cosa del tutto nella norma oppure è una cosa da tenere sotto controllo???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Potrebbe essere utile eseguire una nuova visita chirurgica malaria dopo avere fatto una ecografia ascellare per valutare la conformazione dei linfonodi e la loro tendenza a rimanere isolati o conglutinarsi. Si consigli col medico di famiglia.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Volevo scrivere che nella zona DESTRA non sento neanche uno al tatto.

Ritornando alla questione lo farò senz'altro... attendo lunedì la visita otorinolaringoiatrica e il pomeriggio mi consulto col medico e vediamo cosa dice

la ringrazio per la sua risposta