Utente 115XXX
Salve,
2 settimane fa è deceduta mia nonna ho 2 forti dubbi, pensieri fissi.
In breve: 75 anni, obesa, ipertesa, pace macher, a aprile scompenso cardioco con FA atriale con 1 settimana di ricovero. dopo dimissione importante cura farmacologica(cumadin+diuretici+altro), ma sintomi quesi assenti, ritorno a una vita normale.
Trovata morta in cucina mentre faceva colazione...medico legale ha scritto arresto cardiocircolatorio (ma ha detto che esattamente non sapeva se infarto o cosa).
Io chiedo se ne è resa conto???perchè dalla disposizione degli oggetti(divano/sedie cadute) la mia impressione è che è passato del tempo dal sintomo...il medico ha detto di NO...colpo secco
Un'altra dubbio è questo: lei si era rifiutata di eseguire CARDIOINVERSIONE ELETTRICA... poteva essere un salvavita???
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La morte improvvisa cardiaca e' legata ad un'aritmia micdiale ed istantanea che si chiama fibrillazione ventricolare: il paziente cade a terra, ma non ha il tempo di accogersi di nuulla.
La cardioversione elettrica serve, nel caso che lei riferisce a cercare di far passare la fibrillazione atriale della quale soffrva sua nonna e che NON ha niente a che vedere con la fibrillazione ventricolare.
Non ha alcun nesso sulla sua morte improvvisa.
Si tranquillizzi.
Cordidalmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE....
La Sua risposta mi tranquillizza molto...