Utente 258XXX
Gentili dottori, volevo esporvi il mio problema.Da sempre ho problemi di natura erettiva .Quando ho un rapporto sessuale , anche se eccitato , devo piu' volte, durante i preliminari, aiutarmi con la masturbazione per mantenere l'erezione del pene . Lo stesso problema avviene anche se mi viene praticato sesso orale o se c'e' penetrazione, piu' volte perdo l'erezione . A tutto questo devo aggiungere che dopo il sesso orale o eiaculazione il mio glande diventa sensibilissimo e quindi non puo' essere piu' toccato perchè provoca forte fastidio . Aggiungo che anche durante l'atto di masturbazione, senza avere il partner accanto, basta poco per perdere subito l'erezione.Più volte sono stato visitato da medici che dopo una visita base hanno solo definito il mio un problema psicologico.
Grazie se vorrete darmi un aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

alla sua età, prima di parlare di problema psicologico, è bene fare una attenta valutazione andrologica ed iniziare un mirato iter diagnostico per ricercare un eventuale problema anatomico, vascolare od ormonale.

Senta o risenta ora il suo medico di fiducia e poi a ruota anche un bravo ed esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,se non ci specifica quali accertamenti diagnostici ha eseguito,nonché la diagnosi finale,da questa postazione finiremmo per parlare di ipotesi fantasiose che non potrebbero risolvere il Suo problema che coinvolge sia la sfera psichichica che gli aspetti organico/funzionali della erezione,eiaculazione ed orgasmo.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Dottor Beretta la ringrazio per il consiglio e per i link suggeriti che ho trovato molto interessanti.
Gentile Dottor Izzo lei ha ragione a richiedere quali esami diagnostici ma forse io ho omesso di dirle che le visite fatte sono state eseguite presso ospedali con pagamento di ticket, e sà per alcuni suoi colleghi non per tutti , questo tipo di prestazione presuppone una visita sbrigativa e solo con una visita privata si puo' ottenere approfondimento,
Comunque mi hanno fatto controlli rituali sull'ingrossamento prostata ( negativo) e analisi sperma e controlli tattili sul pene e testicoli. Alla fine della fiera diagnosi: ansia da prestazione ( abbastanza ridicolo se pensa che ho riferito anche del mio problema quando c'è masturbazione solitaria ) e prescrizione viagra o cialis . Aggiungo che ho netta sensazione anche con pene a riposo di estrema inconsistenza.
Vi ringrazio.Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora la cosa più saggia da fare è risentire il suo medico di famiglia e con lui valutare la possibilità di una precisa e corretta valutazione con una struttura od un collega andrologo dedicato ed informato, per iniziare eventualmente un iter diagnostico più mirato.

Ancora un cordiale saluto.