Utente 330XXX
Buongiorno. Da circa un anno e mezzo io e mio marito stiamo cercando una gravidanza. Io ho 35 anni, mio marito 41.
Abbiamo effettuato diversi controlli (apparentemente tutto normale, ma alla fine abbiamo scoperto di avere entrambi un problema.
A seguito di isterosalpingografia a me è stata diagnosticata una "modesta sactosalpinge bilaterale", per la quale il mio ginecologo ha programmato intervento in laparoscopia (fissato per la prossima settimana).
Lo spermiogramma di mio marito, invece, ha evidenziato una "normospermia, normocinesi con lieve discinesia, morfologia alterata (teste allungate e piriformi)".La percentuale delle forme alterate è del 100%. Inoltre è stata evidenziata la presenza di batteri.
Il ginecologo dice che è opportuna una terapia antibiotica e valuteremo se ulteriori controlli. Faccio presente che mio marito ha già eseguito un'ecografia ai testicoli che non ha evidenziato nulla di patologico.
La domanda è: la morfologia alterata può essere dovuta alla presenza di batteri? E il problema può essere risolto?
Ammesso che il mio intervento abiia esito positivo, abbiamo qualche speranza di concepimento naturale?
Purtroppo siamo un po'scoraggiati dal momento che sembra sempre esserci qualcosa che non va e il nostro desiderio sembra irrealizzabile!
Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti. Gabriella72.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
il riscontro di un'alterazione della morfologia degli spermatozoi
così elevata quale quello che Lei riporta (100 % di forme anomale e
quindi 0 % di forme normali) merita un approfondimento sia clinico
che di laboratorio. Esistono delle alterazioni degli spermatozoi
che possono interessare la totalità della popolazione spermatozoaria
che possono, quindi, presentare un monomorfismo patologico (es. spermatozoi a "testa rotonda" "a testa angolata" etc.). Si tratta di situazioni rare.
Il consiglio è quindi quello di "studiare" meglio suo marito.
Si rivolga quindi ad un andrologo e ci tenga al corrente.
Logicamente la presenza di batteri necessita l'esecuzione di una
spermiocoltura e deve essere trattata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottor Giambersio, grazie per la Sua risposta.
Le farò sapere non appena ci saranno novità.Buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Anzitutto tanti auguri per il suo prossimo intervento cara signora!Correttissima l'osservazione del collega che mi ha preceduto, alla quale aggiungo che è opportuna la quantificazione dell'infezione seminale eseguendo una spermiocoltura, dopodichè è opportuno avviare una corretta terapia antibiotica e rivalutare lo spermiocitogramma con un nuovo controllo a 3-4 mesi. Le suggerisco di affidarvi anche ad un urologo/andrologo della vostra zona.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
un altro consiglio che posso darle, per meglio chiarire la vostra situazione clinica, è quello di leggere il manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino. Infine ,se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema analogo al vostro, può consultare il nuovo forum sull'Infertilità nel sito www.madreprovetta.org.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'io le consiglio più che soffermarsi sulla lettura di libri di affidarsi ad un andrologo
[#6] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno.
Vorrei agiornarVi con quanto accaduto nelle scorse settimane.
Il mio intervento è andato bene, questo è quanto: "aspirazione free flind inviato all'esame batteriologico - SCS: pervietà tubarica bilaterale"
Per quanto riguarda mio marito, ci siamo recati da uno specialista (Prof. De Rose Osp. San Martino Genova), questo è quanto riscontrato:
"L'esame del liquido seminale ha evidenziato normale numero di spermatozoi,assenza della motilità rettilenea progressiva e 100% di forme alterate. Testicoli in sede di volume e consistenza normale - epididimi teso-elastici senza alcuna dolorabilità. Deferenti presenti ben palpabili. A livello del funicolo sx in ortostasi non è presente alcuna varicosità. Testicoli di normale ecogenicità e dimensioni.L'ecocolordoppler del funicolo spermatico dx e sx, effettuato a riposo e durante manovra di sforzo, ha evidenziato reflusso venoso sn solo durante manovra di valsalva. La compressione della vena femorale sn e delle vene sovrapubiche non sembra influenzare il suddetto reflusso. Si consiglia intervento di varicocele mediante legatura subinguinale"
Per quanto riguarda la presenza di batteri nel liquido seminale il Prof. ritiene che non possano giustificare l'alterazione morfologica.
Tuttavia il ginecologo ci ha prescritto una terapia antibiotica (Zitromax 500mg 3sere a settimana, per tre settimane), in attesa dell'esito dell'esame batteriologico.
Vorrei un Vs. cortese parere in merito, se possibile.
Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
senza avere esaminato tutto il vostro complesso quadro clinico in modo diretto, è difficile dare un preciso giudizio sulle indicazioni terapeutiche ricevute dai colleghi che hanno potuto invece valutare in diretta la situazione. Da quello che ci scrive , in presenza di batteri nel liquido seminale sembra corretto sia attendere l'esito della più precisa valutazione batteriologica (come indicato dall'urologo) sia , soprattutto se ci sono sintomi,iniziare una antibioticoterapia (come invece indicato dal suo ginecologo).
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera.
Vorrei aggiornarVi con quanto accaduto negli ultimi mesi.
L'esame batteriologico ha dato esito negativo, quindi la sospetta infezione di fatto non esisteva.
Per quanto rigurada mio marito, un mese fa circa si è sottoposto ad intervento di varicocele.
Ci hanno detto che ci vorranno almeno cinque mesi prima che si riscontri un significativo miglioramento del liquido seminale.
Vorrei sapere qual'è il Vs. parere in merito e se nel frattempo possiamo comunque tentare il concepimento.
Grazie. Buonasera.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
le indicazioni date sono in generale corrette. Nel frattempo potete tentare......
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org