Utente 259XXX
Buonasera a tutti. Da parecchi anni soffro di eiaculazione precoce. Mi trovo per l'ennesima volta a pregiudicare una relazione potenzialmente importante , o meglio a non iniziarla nemmeno , per paura di affrontare il problema legato alla disfunzione a cui facevo riferimento prima. Sono una persona, un ragazzo di 35 anni, discretamente piacente , ma non riesco a stabilire un rapporto . Ora , considerato che il tempo passa per tutti, è giunto il momento di trovare la strada giusta per risolvere una situazione che rischia seriamente di condizionare il resto del mio "percorso". Premetto che sono un uomo che ha la tendenza a "glissare " le situazioni difficili piuttosto che affrontarle di petto,nel caso in questione sono un pochino scettico circa la possibilità di trovare una "via d'uscita" . Proprio per questo chiedo a Voi e alla professionalità che mettete a nostra disposizione un consiglio su come partire e quale sia la figura più indicata per potermi dare un aiuto.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

L’eiaculazione precoce è una problematica dove sono importanti sia fattori psicologici sia cause biologiche ed è un disturbo molto comune che può essere curato con successo. La terapia farmacologica o psicologica e le tecniche per ritardare l’eiaculazione possono aiutare a migliorare la vita sessuale, infatti nella maggior parte dei casi l’approccio più efficace è una combinazione delle tre terapie precedenti che solo lo specialista sarà in grado di proporle.

Si consulti con il suo medico di base per identificare lo spoecialista di riferimento.

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

dopo una prima e preliminare discussione con il suo medico di fiducia poi il passaggio è quello di sentire in diretta un esperto andrologo con chiare competenze sessuologiche.

Infatti, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa vera del problema sessuale e dare quindi una indicazione su quali passi mirati fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta veloce .

Preferirei "bypassare" il medico di base per motivi che non sto ad elencare.

E' possibile trovare ente/associazione che possa indicarmi una struttura con andrologo / sessuologo preparato e competente ? Premetto che per lavoro sono prevalentemente nella zona di modena .

Grazie di nuovo
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se ha dei problemi con il proprio medico di famiglia, anche il nostro sito, in altra sezione, le può fornire un aiuto e darle una tale indicazione particolare e non di interesse generale.

Cordiali saluti.