Utente 254XXX
Salve!! Scrivo per mio padre... E' un uomo di 49 anni ed ha riscontrato dal cardiologo tempo fa un ispessimento del setto intraventricolare. Quello che però mi sta preoccupando fortemente è che ieri sera ha accusato un extrasistole prolungata di alcuni secondi...con conseguenti capogiri e mancamenti.Premetto che ieri stesso ha "abusato" di the tanto da sentirsi male sul posto di lavoro..la causa dell'extrasistole è da ricercarsi nella sua patologia o nell'eccesso di teina? Altrimenti, quali potrebbero essere le altre cause?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Bisognerebbe innanzitutto capire se stiamo parlando di extrasistoli sopraventriclari o ventricolari...sicuramente sia l'eccesso di tè che l'ispessimento del setto interventricolare possono associarsi a extrasistolia. Ovviamente conviene non abusare di tè e nel caso siano secondarie alle alterazioni del setto occorre stabilire se suo padre è iperteso, nel qual caso è possibile scegliere farmaci che possono andar bene per entrambi i problemi, ma questo è opportuno che lo stabilisca il suo cardiologo di fiducia.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 254XXX

Iscritto dal 2012
Grazie del consiglio Dr. Mariano Rillo. Cordiali saluti Marta