Utente 259XXX
Sono un ragazzo di 24 anni. Nel 2008 ho sentito parlare in tv del varicocele e sentendo che è una patologia frequente ho voluto andare a farmi visitare dal mio medico di base. E' risultato tutto in ordine. Approfittando di questa visita ho detto al medico che da sempre sento una piccola pallina nella testa dell'epididimo sinistro, lui ha provato a toccare ma lo scroto non era rilassato e non ha sentito molto bene, comunque mi ha detto che si trattava di una ciste dell'epididimo e che non dovevo preoccuparmi assolutamente perchè è innocua, mi ha solo detto di tornare se notavo un ingrandimento della ciste o se sentivo dolore. Io dolore non ne ho mai sentito e le dimensioni sono sempre quelle (è di grandezza inferiore al cm), a volte riesco a sentirla bene, a volte meno bene, nel senso che a volte la sento più "mobile" a volte meno. Le indicazioni che mi ha dato il mio medico sono corrette? La ciste può influire sulla fertilità? Se si in che caso? Ammetto di essere un po' ansioso sull'argomento...

Toglietemi una curiosità: quando andavo a scuola studiando il corpo umano il professore mi ha spiegato che certi organi sono due perchè se uno funziona male l'altro supplisce a quello malato o mancante. Quindi poniamo che una persona abbia un epididimo completamente ostruito o che abbia un testicolo fuori uso il testicolo controlaterale andrebbe a supplire le mancanze del secondo potendo così procreare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro utente in particolare il discorso è vero ma una cisti del testicolo così piccola è difficile che diaprobleni però il tutto va verificato con una visita urologica- ecografia testicolare e spermiogramma